Qual è il concetto delle donne per l’ISIS Stato islamico?

Guide

Qual è il concetto delle donne per l’ISIS Stato islamico?

Recentemente l’Iraq (che è un Paese tradizionalmente a maggioranza sciita. Tutto questo con una storia alquanto complicata e sovente violenta) è stato conquistato per una buona parte del suo territorio da uno dei gruppi islamici sunniti maggiormente estremisti attualmente esistenti. Tutto questo è rappresentato dallo Stato Islamico dell’Iraq e del Levante (che è molto noto con l’apposita sigla “ISIS”).

È bene rilevare che non è la prima volta che nel mondo occidentale si sente parlare di ISIS: sono più di due anni che questa organizzazione combatte la guerra civile siriana. Bisogna sottolineare che l’ISIS in pratica ha un’organizzazione particolare, questo perché si definisce come “stato” e non invece semplicemente come “gruppo”. Usa dei metodi di lotta alquanto violenti.

Per quanto concerne il concetto delle donne per l’ISIS, bisogna far notare che questo gruppo ha dichiarato in maniera esplicita una guerra contro le donne. Contro di esse usa dei metodi molto violenti, quali ad esempio: rapimenti, matrimoni forzati ed altri terribili atti.

In pratica vi è una strumentalizzazione della religione e questo per i propri scopi. Secondo dei rapporti, diverse migliaia di donne yezide di Shengal (Sijnar) sono state rapite e vendute come schiave, oppure considerate come bottino di guerra. Questa è indubbiamente una evidente distruzione delle donne.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*