Qual è il modello CUD 2014 per lavoratori domestici (colf e badanti) COMMENTA  

Qual è il modello CUD 2014 per lavoratori domestici (colf e badanti) COMMENTA  

download (7)

Il Modello Cud 2014 pensionati, lavoratori, colf è la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati, ossia un documento che attesta le somme erogate e le relative ritenute effettuate e versate all’Erario dai lavoratori privati, pubblici, scuola e insegnanti e pensionati nell’anno 2013. Tale certificazione, viene consegnata in doppia copia al dipendente, pensionato, percettore di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, dal datore di lavoro o dall’ente erogante e dagli enti pubblici o privati che erogano trattamenti pensionistici, entro il 28 febbraio 2014 o entro 12 giorni dalla richiesta del dipendente in caso di cessazione del rapporto di lavoro, in questo caso, il sostituto d’imposta è tenuto ad evidenziare nelle annotazioni del CUD 2014 (Cod. BY) che il contribuente è obbligato alla presentazione della dichiarazione dei redditi al fine di auto liquidare il contributo di solidarietà.

Il modello Cud 2014, oltre a certificare le somme complessive erogate e trattenute al lavoratore dipendente o al pensionato nell’anno 2013 va ad attestare anche l’ammontare dei redditi corrisposti nell’anno 2013 che non hanno concorso alla formazione del reddito imponibile ai fini fiscali e contributivi, dei dati previdenziali e assistenziali relativi alla contribuzione versata e/o dovuta all’INPS e all’INPDAP (comprensiva delle gestioni ex INPDAP) nonché l’importo dei contributi previdenziali e assistenziali a carico del lavoratore versati o dovuti agli allo stessi stesso enti ente previdenziali previdenziale – la legge n. 214/2011 di conversione al D.L. n. 201/2011 ha disposto la soppressione dell’INPDAP e trasferito le funzioni all’INPS.

Nel Cud sono riportati, in generale, i seguenti dati:

  • Ammontare complessivo dei redditi di lavoro dipendente, equiparati, per esempio le pensioni, e assimilati corrisposti nell’anno precedente e assoggettati a tassazione ordinaria, a tassazione separata, a ritenuta a titolo d’imposta e a imposta sostitutiva.
  • Ritenute di acconto operate dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico
  • Detrazioni effettuate.

Il modello Cud 2014 colf, collaboratori domestici, badanti e per assistenti famigliari, obbligati al pagamento delle tasse attraverso la presentazione del Modello Unico, va consegnato dal datore di lavoro entro il 28 febbraio 2014. Tale modello, deve essere compilato dal datore mediante la sottoscrizione di una dichiarazione sostitutiva modello cud 2014 colf e badanti: mentre il CUD è un documento piuttosto complesso, solitamente preparato per le aziende da un consulente del lavoro in base alle informazioni contenute nelle buste paga, la dichiarazione sostitutiva prevista per i lavoratori domestici è davvero semplice da compilare.

l CUD per i lavoratori domestici non ha un formato standard. Nel modulo dovranno però essere sempre indicati:

  • i dati anagrafici e codice fiscale del datore di lavoro;
  • i dati anagrafici e codice fiscale del dipendente;
  • l’anno di riferimento;
  • il numero di giorni non lavorati nel periodo (‘giorni di detrazione’), che comprendono anche i periodi di sospensione del rapporto e i giorni non lavorativi)
  • la retribuzione lorda corrisposta al dipendente nell’anno precedente (comprensiva di tredicesima e contributi);
  • i contributi previdenziali Inps e Cassa Colf;
  • il netto corrisposto;
  • l’eventuale imponibile assoggettabile all’IRPEF ridotto (lavoro straordinario e premi);  e
  • l’eventuale TFR corrisposto (anche tramite anticipi).

Clickando sul seguente link è possibile scaricare la dichiarazione sostitutiva modello CUD 2014 per colf e badanti: http://www.colfebadantionline.it/images/moduli/dichiarazione_sost_cud.pdf

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*