Qual è il significato della Viola del pensiero? COMMENTA  

Qual è il significato della Viola del pensiero? COMMENTA  

I fiori ci affascinano da sempre: ecco alcuni cenni sulle viole, in botanica,  letteratura e nel linguaggio dei fiori.

Significato

  •          La viola del pensiero prende il nome dalla parola francese “pensée“, pensieri, in particolare pensieri degli amanti.
    Secondo la tradizione dentro una viola si poteva vedere il volto della persona cara.

Leggenda

  •          La leggenda racconta che questo fiore era originariamente bianco e arrossì di un viola brillante dopo essere stato trafitto dalla freccia di Cupido.

    Questo spiega la reputazione del fiore di saper portare i pensieri delle persone che amiamo.

Botanica

  •          La viola del pensiero come viene venduta nei negozi oggi, ha origine nel 19 ° secolo in Inghilterra.

    William Thompson, un giardiniere della tenuta di Lord Gambier, incominciò ad incrociare varie specie di viola con la viola tricolor per ottenere un fiore più grande, e lo soprannominò “face” (faccia). Dal 1880 le viole del pensiero sono diventate uno dei fiori più popolari fino ad oggi.

    L'articolo prosegue subito dopo

Letteratura

  •          Ofelia, il celebre personaggio shakespeariano convoglia i suoi sentimenti nelle viole, in Amleto: “There’s rosemary, that’s for remembrance; pray you, love, remember.

And there is pansies, that’s for thoughts.” (“Ecco del rosmarino, questo è per la rimembranza; vi prego, amore, ricordate; ed ecco delle viole, queste per i pensieri” ).

Linguaggio dei fiori

  •          In epoca vittoriana, il linguaggio dei fiori divento un gioco collettivo per inviare messaggi segreti all’innamorata. Da allora sono stati scritti libri ed elenchi che attribuiscono ad ogni fiore un significato. Un piccolo bouquet di viole del pensiero significava “Pensatemi”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*