Qual è la storia dei Grammy Awards? COMMENTA  

Qual è la storia dei Grammy Awards? COMMENTA  

Nel 1958, un gruppo di manager discografici, allarmati dall’imporsi sulla scena musicale del rock’n roll, lanciò i Grammy Awards. Il loro intento era: stabilire un target più elevato nel gusto popolare.

Grammy, prende il nome dal premio assegnato agli artisti, una statuetta a forma di grammofono.  Il 4 maggio 1959, nella Grand Ballroom dell’Hotel Beverly Hills, si tenne il primo Grammy Award.

In gara  28 categorie ma nessun candidato per il rock’n roll. Tra i nomi in concorso c’erano Frank Sinatra, Andy Williams, Perry Como, Doris Day, Eydie Gorm e Keely Smith.

Domenico Modugno riuscì a battere Frank Sinatra e Peggy Lee, vincendo il Grammy come miglior disco dell’anno con “Volare“, mentre le migliori Performance vocali furono assegnate a Ella Fitzgerald e Perry Como.

L'articolo prosegue subito dopo

Il Grammy per la musica rock giunse nel 1961 per Chubby Checker, come Miglior disco Rock & Roll dell’anno, e più tardi nel 1967, con i Beatles. Kanye West si è aggiudicato quattro Grammy, Bruce Springsteen tre. Mentre, Jimi Hendrix non ha mai vinto un Grammy, così come i Creedence o Sam Cooke, per indicarne alcuni. Gli U2, nel corso della loro carriera artistica, hanno ottenuto ben 22 Grammys. I Grammy Awards del 2008 furono trasmessi il 10 febbraio dinanzi ad un pubblico internazionale di 1,5 miliardi di spettatori. Amy Winehouse raccolse 5 premi tra i quali, quello come miglior canzone dell’anno con “Rehab”.  In più di 50 anni di storia, i Grammy Awards, continuano ad essere una prestigiosa vetrina musicale, al di là di ogni critica che li accusa di preferire solo gli album “commercialmente” più interessanti.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*