Quale colore di rossetto scegliere per uscire

Donna

Quale colore di rossetto scegliere per uscire

Rosso, perlato, lucido… Scegliere il rossetto giusto non è sempre facile, poichè, non sempre si addice al nostro incarnato. Ecco una guida per non sbagliare le combinazioni!

“Trova qualcuno che ti rovini il rossetto e non il mascara”, diceva la diva più amata di tutti i tempi, Marilyn Monroe. Il rossetto è uno degli elementi più importanti del make-up ed ha una lunga storia alle spalle: pensate che lo utilizzavano già 5000 anni fa! Infatti le donne della Mesopotamia, erano solite cospargersi le labbra con gioielli sbriciolati (l’antenato del rossetto glitter!). Cleopatra invece utilizzava un rossetto ottenuto dai pigmenti dei coleotteri e delle formiche. Il vero boom però arriva durante la seconda guerra mondiale, poichè con l’industria cinematografica, erano tante le dive che apparivano con le labbra colorate.
Ma arriviamo ai giorni nostri: in commercio ormai si trovano rossetti di tutti i tipi e di tutti i colori. Tuttavia, la scelta del rossetto può rivelarsi molto ardua…

Avete un appuntamento importante e non sapete quale rossetto scegliere? Può sembrare banale ma non sempre un tipo di incarnato si sposa bene con un colore e poi bisogna trovare la texture giusta a seconda del tipo di appuntamento: il rosso si usa solitamente per un look sensuale, il rosa per uno stile romantico, viola o i glitter se si vuole osare un pò e apparire più glamour.

E che dire della forma delle nostre labbra? Il colore del rossetto può influire molto su questo aspetto, ad esempio se avete le labbra sottili, dovete optare per tinte pastello o lucide poichè le texture chiare fanno sembrare la bocca più grande, anche i gloss aiutano molto ad ampliare questo effetto.

Se invece le vostre labbra sono più carnose, dovete scegliere una tinta che non le metta troppo in risalto, come i marroni, viola o geranio.

Vediamo quali sono le texture più adatte per uscire, tenendo conto della nostra carnagione e della forma delle labbra.

Rossetto opaco
A differenza di un comune rossetto o del gloss, questo non da alle nostre labbra un effetto tridimensionale ma piuttosto piatto. Se optate per questa texture, dovete idratare le vostre labbra perchè solitamente tende a seccare e l’effetto non è molto carino, soprattutto se le avete carnose. E’ preferibile utilizzarli in estate poichè le labbra, per via dell’umidità tendono ad essere più umide rispetto all’inverno dove si ha quell’antipatica sensazione di avere la pelle e le labbra che “tirano”. Se nella vostra trousse avete soltanto rossetti lucidi, con un piccolo trucco potete trasformarli in texture opache. Dopo aver delineato il contorno delle labbra con una matita, sfumatela con l’apposito pennellino.

Poi applicate il rossetto lucido partendo dal centro e spostandovi verso i lati della bocca. A questo punto dovrete mettere della polvere traslucida su un pezzo di stoffa (meglio se bucciato da un lato) e applicatelo sulle labbra, poi rimuovetelo. In pochi passi avrete raggiunto il vostro scopo, delle labbra con effetto opaco senza spendere un centesimo!

Rossetto metallizzato
Questa texture va utilizzata se volete osare un look da sfilata, non lo potete di certo utilizzare se andate al lavoro o a fare la spesa! Questo tipo di rossetto veniva già utilizzato negli anni ottanta, inizi novanta. Le labbra metal appaiono subito più voluminose e sane e sono particolarmente adatte per le pelli abbronzate; quindi il periodo giusto per sfoggiare il vostro rossetto metallizzato è l’estate. E’ indicato per una serata in discoteca, poichè l’effetto è molto evidente, seppure molto bello. Dal momento che le vostre labbra sono già molto vistose, utilizzate un make up neutro per il resto del viso, a cominciare dagli occhi.

Rossetto glitter
Ecco una texture adatta a tutte coloro che vogliono sentirsi dive.

Non è detto che questo rossetto sia adatto solo alle feste, anzi. I rossetti glitter sono tornati di moda ma se non volete esagerare, scegliete sempre un rossetto con i glitter dello stesso colore della texture e inoltre se le vostre labbra sono carnose, scegliete i mini glitter per non avere una bocca troppo appariscente. Se volete un effetto tridimensionale, dopo aver steso uno strato abbondante di gloss del colore che preferite, applicate con un pennellino o se siete più pratiche con i polpastrelli, una polvere di glitter (va bene anche un ombretto). Per avere un look ancora più scintillante c’è persino chi usa i cristalli.

Rossetto sheer
E’ il prodotto giusto se siete alla ricerca di un rossetto che non sia troppo visibile e soprattutto che resiste a più applicazioni mantenendo le vostre labbra naturali. Il rossetto sheer richiama il make up degli anni settanta, ovvero un viso fresco e luminoso, ma a differenza del rossetto opaco, la texture sheer è più idratante e ha varie colorazioni.

Una delle marche più utilizzate è Yves Saint Laurent poichè anche se non hanno una lunga durata, lasciano comunque le labbra morbide e con un bel colore. Sono molto pratici poichè sono al tempo stesso completi dal momento che hanno una finitura semi-lucida.

Rossetto liquido
Data la loro consistenza, questi rossetti necessitano delle labbra perfette prima dell’applicazione, per evitare di ritrovarsi pellicine e screpolature. Oltre al classico burrocacao, un valido aiuto potrebbe essere uno scrub, se non volete comprarlo, potete farlo in casa utilizzando miele e zucchero. Applicate un balsamo e attendete la completa asciugatura per evitare che la texture liquida possa sbavare. E’ importante anche delineare il contorno della bocca, aiutandovi con una matita (ovviamente con una texture molto leggera per evitare che si noti, se utilizzate un colore più chiaro).

Ec

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...