Quale crema usare per la micosi: consigli da sapere

Salute

Quale crema usare per la micosi: consigli da sapere

Micosi

Ecco i possibili rimedi della micosi, andando a vedere innanzitutto cos'è, i sintomi ed i possibili rimedi della malattia con Fungarol, una crema studiata e brevettata per rimuovere i funghi presenti sulle zone colpite, con degli ingredienti del tutto naturali.

La micosi è un’infezione che colpisce una o più unghie ed è causata da un potente fungo; di solito una volta entrato a contatto con il nostro corpo, non si presenta come un disturbo pericoloso, ma si tratta di un problema antiestetico che può diventare difficile da curare, soprattutto quando viene trascurato con il tempo.

Si presenta in genere come cambiamento del colore e della forma dell’unghia, che tende a diventare più spessa nella norma; infatti una volta che il fungo si diffonde più in profondità (spesso sotto la parte dell’unghia), può causare la comparsa di macchie giallastre, ispessimento ed un notevole aumento della friabilità delle unghie, che tendono a sbriciolarsi soprattutto sulla parte laterale, con possibili sintomi dolorosi.

Può colpire sia le unghie delle mani che quelle dei piedi. Una micosi alle unghie può essere difficile da curare e tende a ripresentarsi anche nelle fasi successive, ma la cosa positiva è che sono disponibili farmaci e apposite creme che contribuiscono all’eliminazione totale del fungo.

Micosi: cos’è

I funghi della pelle sono un gruppo di microrganismi in grado di provocare diverse malattie a carico dell’epidermide, chiamate anche come micosi cutanee o dermatomicosi.

Nel termine tecnico medico, vengono chiamati anche miceti, i funghi sono comunemente presenti nella flora cutanea e nell’ambiente, ma in genere non costituiscono un problema.

In alcune condizioni i miceti cutanei possono trasformarsi in agenti patogeni invasivi, comportandosi da microrganismi opportunisti. Ma cosa significa tutto questo? In pratica i funghi presenti, sono capaci di sfruttare uno stato di debolezza immunitaria del proprio organismo per accrescere le proprie colonie sulla cute, provocando una successiva malattia. Infatti proprio per questo motivo, di solito le infezioni provocate dai funghi della pelle si riscontrano con maggior frequenza durante il periodo estivo, quando il caldo e l’umidità tipici della stagione estiva ne facilitano la crescita e la diffusione tra la maggior parte delle persone.

Cause

In presenza di specifiche condizioni possono prendere il sopravvento e causare delle vere e proprie infezioni sulla nostra zona del corpo, sfruttando un temporaneo calo delle difese immunitarie, e riescono a moltiplicarsi in modo incontrollato provocando così la comparsa dei classici sintomi.

Le micosi alle unghie si verificano con maggior frequenza nelle unghie dei piedi rispetto a quelle delle mani, proprio perché più spesso sono confinate in un ambiente scuro, caldo e umido all’interno delle scarpe.

Da evidenziare anche che la circolazione sanguigna diretta verso le unghie dei piedi è minore di quella diretta verso le unghie delle mani, quindi l’eliminazione dell’infezione da parte del sistema immunitario risulta del tutto rallentato.

L’infezione potrebbe essere trasmessa anche ad altre persone. La diagnosi si basa sull’aspetto clinico delle lesioni, rilevato alla visita dermatologica, e su appositi esami microscopici della zona infetta.

I fattori di rischio e infezioni

I fattori di rischio in grado di aumentare lo sviluppo della micosi, possono essere:

  • Sudorazione eccessiva,
  • genetica famigliare,
  • lavoro in un ambiente umido,
  • malattia del piede, denominata psoriasi,
  • calze e scarpe che impediscono la traspirazione e che quindi non assorbono il sudore,
  • camminare a piedi scalzi in ambienti pubblici umidi (piscine, palestre, spogliatoi, docce ecc),
  • riduzione dell’efficienza della microcircolazione,
  • rallentamento della crescita dell’unghia,
  • calo delle proprie difese immunitarie,
  • lesioni della pelle o delle unghie,
  • cattiva igiene del piede,
  • diabete,
  • problemi circolatori,
  • disturbi del sistema immunitario.

Di solito queste patologie possono essere distinte in superficiali, cutanee e sottocutanee.

Le malattie della pelle dovute ai funghi possono colpire la maggior parte delle persone, senza distinzione di sesso ed età, e a volte presentando una riduzione della risposta immunitaria, e quindi una possibile causa di un’alterazione delle difese locali.

Le infezioni da funghi della pelle più frequenti sono:

  • Pitiriasi versicolor: infezione micotica cutanea in cui si verifica la comparsa di piccole macchie irregolari piane sulle varie zone del corpo, come il collo, tronco, addome, braccia, viso ecc.
  • Dermatofitosi: infezioni che coinvolge le aree cheratinizzate del corpo, come lo strato corneo, peli o unghie. I sintomi possono essere vari, come delle lesioni cutanee e successivo prurito.
  • Candidosi: micosi che colpisce principalmente le zone preposte alla sudorazione, e possono essere infettati la cavità orale.

Suddivisione dei funghi

  1. Funghi ovoidale;
  2. Funghi pluricellulari;
  3. Funghi filamentosi.

I funghi sono dei microrganismi che vivono nell’ambiente nutrendosi di sostanze ricavate da altri organismi. Infatti gli esperti del settore sono in grado di identificare e a classificare i miceti in base al loro aspetto microscopico e al metodo di riproduzione.

Quelli che infettano la pelle dell’uomo presentano dimensioni microscopiche e possono essere unicellulari di forma ovoidale, pluricellulari e filamentosi.

Per la gente maschile, tali funghi possono provocare varie malattie, proprio come la micosi, intossicazioni o varie allergie, e possono anche essere sistemiche, ovvero possono coinvolgere gli organi interni del corpo umano.

I miceti si trasmettono con grande facilità e possono superare la resistenza delle barriere del corpo umano, quindi sono in grado di prendere il sopravvento nelle situazioni di immunosoppressione (terapie antibiotiche prolungate o frequenti, uso di cortisonici, chemioterapia ecc.).

Si classificano in tre importanti gruppi:

  • Dermatofiti: tipologia di microrganismi patogeni che infettano i vari strati cutanei superficiali, e gli annessi cheratinizzati (capelli, peli ed unghie), sedi in cui è abbondante la presenza di cheratina; qui troviamo anche tutte le specie di Epidermophyton, Microsporum e Trichophyton;
  • Lieviti: sono microrganismi unicellulari che si riproducono in tempi molto rapidi in maniera asessuata, localizzandosi in zone corporee calde e sopratutto umide. Di solito la maggior parte dei lieviti sono presenti sulla pelle e non arrecano danni.

    I lieviti più importanti in dermatologia sono: Candida albicans, Malassezia furfur e Cryptococco neoformans.

  • Muffe: sono dei funghi multicellulari e filamentosi che si riproducono in maniera sessuata. Le più comuni sono: Alternaria, Aspergillus e Fusarium, e sono tutti responsabili di micosi profonde e sistemiche.

Sintomi

Una micosi alle unghie può presentarsi in modo poco chiaro nelle prime fasi dell’infezione, ma in seguito i sintomi diventano lampanti.

I sintomi più comuni dell’onicomicosi sono unghie che:

    • perdita del colore naturale, diventando bianche, nere, gialle o talvolta verdastre,
    • Aumento di spessore,
    • perdita della forma naturale, diventando difficili da tagliare,
    • causano dolore e fastidio, soprattutto in caso di pressione,
    • diventano fragili e friabili, perdendo interi pezzi,
    • possono staccarsi completamente dal letto ungueale.

Da notare che i sintomi sono comuni a moltissime altre malattie e, per questo motivo, gli specialisti molto spesso ricorrono a esami di approfondimento per la formulazione di una diagnosi certa e la prescrizione di farmaci specifici.

Trattamento e diagnosi

Durante la visita dermatologica, le possibili infezioni da funghi presenti sulla zona interessata, presentano un aspetto clinico che consente la diagnosi in minor tempo.

A seconda del caso però, il medico dermatologo può prelevare del materiale biologico come i peli, capelli o piccoli frammenti cutanei, mediante appositi tamponi, per osservare per bene al microscopio o sottoporlo a esame colturale.

Inoltre il dermatologo può utilizzare anche la lampada di Wood, in grado di rilevare una fluorescenza ed escludere tali infezioni da dermatosi non causate da miceti. Una volta identificato il tipo di fungo della pelle responsabile della malattia della pelle, il medico può prescrivere l’apposita terapia. Da ricordare che nei casi di sistema immunitario indebolito, i pazienti corrono dei rischi maggiori di sviluppare infezioni sistemiche che colpiscono l’intero organismo, davvero molto gravi, e quindi con delle maggiori possibilità di andare incontro a sovra infezioni batteriche.

Quindi una volta comparsa l’onicomicosi e notate i primi sintomi del disturbo, è consigliabile andare da un medico specialistico, e di non trascurare mai il problema. Attualmente esistono in commercio vari prodotti, come le creme antimicotiche, appositi smalti, e altri dispositivi per applicare molecole antimicotiche.

Per problemi più gravi, sono presenti anche dei antimicotici per uso orale, da utilizzare in presenza di fattori di rischio per complicazioni, presenza di dolori fastidiosi ecc. Questi farmaci favoriscono la crescita di una nuova unghia non infetta, sostituendo lentamente la parte infetta dell’unghia colpita. Oggi ci concentreremo su una crema davvero efficace. Stiamo parlando di Fungarol. Andiamo a vedere nel dettaglio la crema in questione, elencando le sue funzioni, i principi attivi e gli ingredienti presenti.

Fungarol: cosè

fungalor

Fungalor è una crema antimicotica, in grado di eliminare totalmente il problema dei funghi del piede e delle unghie prevenendone la ricomparsa. E’ un rimedio del tutto naturale brevettato da poco, disponibile alla vendita nei nostri mercati Italiani, in grado di eliminare le micosi del piede grazie all’azione dei suo componenti attivi.

La crema antimicotica è costituita da speciali agenti e principi attivi di natura vegetale, davvero molto efficace a differenza di altri prodotti in commercio.

Ma entrando nello specifico, come funzione? Fungalor agisce inibendo la crescita della micosi alleviando la fastidiosa sensazione di prurito, con una potente azione di distruzione di tutte le cellule colpite, agendo anche sulla degenerazione dell’infezione evitando la formazione di nuove infezioni e dei batteri causa della micosi.

Gli ingredienti

Fungarol crema contiene i seguenti ingredienti:

    • Vitamina E, in gradi di fermare la desquamazione e l’epidermide;
    • Olio essenziale di menta, utilizzato per contrastare l’infiammazione della zona trattata, e offrire una piacevole profumazione;
    • Arnica, utile per gli effetti antibatterici, lenitici e antimicotici;
    • Climbazolo: utilizzata per arrestare il diffondersi e la crescita dei lieviti e dei microrganismi responsabili delle micosi, distruggendo le cellule già compromesse. Aiuta inoltre ad alleviare il prurito;
    • Farnesolo, in grado di ridurre drasticamente l’attività dei batteri, disinfettando la zona e ammorbidendo la pelle.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche