Quale è la reale situazione di Portogallo ed Irlanda? COMMENTA  

Quale è la reale situazione di Portogallo ed Irlanda? COMMENTA  

Lorenzo Bini Smaghi
Lorenzo Bini Smaghi

Se la situazione riguardante Italia e Spagna sembra essersi stabilizzata, con un calo dei rendimenti di Bonos e Btp sempre più evidente, ciò non vuol dire che i pericoli sui cieli europei si siano dissolti.

Leggi anche: Oltre 50.000 persone in Italia sono senza fissa dimora

Ad affermarlo è Lorenzo Bini Smaghi, in un articolo pubblicato nei giorni scorsi sulla edizione ondine del Financial Times. Infatti, la speculazione internazionale potrebbe dirigersi verso Portogallo e Irlanda, con una ripetizione di quanto già avvenuto perla Grecia.

Leggi anche: Debutto in rosso per il titolo della Ferrari alla Borsa di Milano

Sempresecondo Bini Smaghi, se vorrà ripetere questa esperienza, che ha rischiato di contagiare anche l’Italia, per la quale il salvataggio sarebbe stato impossibile (troppo grande l’economia italiana, rispetto a quella greca), l’Europa dovrà intervenire subito per evitare di pagare molto di più in un secondo momento.

Un intervento che dovrebbe ammontare a circa 100 miliardi di euro per il Portogallo e 80 per l’Irlanda. Il perché, è spiegato dallo stesso Bini Smaghi, facendo riferimento ai derivati (credit default swaps). Se infatti non si intervenisse subito, i Cds aumenterebbero a livelli esplosivi i loro rendimenti, rendendo presto impossibile il finanziamento di questi due paesi sui mercati e necessario.

L'articolo prosegue subito dopo

Uno scenario da incubo, quello prospettato dall’economista italiano, che è comunque plausibile. A margine, ricordiamo che una risposta indiretta a quanto profetizzato da Bini Smaghi è arrivata dal Ministero delle Finanze di Dublino, il quale ha affermato, tramite il suo portavoce, che Il Paese “ha raggiunto finora tutti gli obiettivi stabiliti” e si avvia a “tornare sui mercati entro il2013”. Tutta l’Europa, spera che sia vero.

Leggi anche

Italia in bolletta: il 60% non paga il mutuo o l'affitto
Economia

Italia in bolletta: il 60% non paga il mutuo o l’affitto

In Italia aumentano le famiglie che non riescono a pagare la rata del mutuo e dell'affitto. Il numero di chi non arriva fine mese ha toccato il picco massimo degli ultimi 11 anni.   Circa il 5,4% delle famiglie italiane non paga regolarmente la rata del mutuo o la quota dell’affitto. Sempre più italiani  in `bolletta´, un valore che è cresciuto notevolmente e che nel 2015 ha raggiunto il livello massimo del decennio. Questi i risultati dell'indagine all'Istat sulle condizioni di vita, un indagine che evidenzia chiaramente che il 60% degli italiani fa fatica a effettuare regolarmente i pagamenti e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*