Qual’è il significato dell’ametista?

Guide

Qual’è il significato dell’ametista?

 

L’ametista è una pietra semipreziosa ed è la più preziosa della famiglia dei quarzi. Questa pietra esiste in diverse tonalità di viola, dal lavanda chiaro al viola scuro. Quelle di qualità migliore sono viola scuro. Nel 1912, l’Associazione Nazionale Americana dei Gioiellieri adottò l’ametista come pietra ufficiale del mese di Febbraio. Si suggerisce di regalare l’ametista per il quarto, sesto e diciassettesimo annuversario di matrimonio.

Storia

Per secoli l’ametista è stata nota come la Pietra dei Vescovi perchè era indossata dai Vescovi della Chiesa Cattolica Romana come simbolo di pietà, umiltà, sincerità e saggezza spirituale. Il colore viola è anche associato alla ricchezza e prosperità in molte culture. Per questa ragione l’ametista viene spesso incastonata nelle corone e negli abiti regali. Essa è una delle tante pietre incastonate nei Gioielli della Corona Britannica. Anche i regali egiziani la sceglievano per molti dei loro ornamenti. La grande Caterina di Russia e anche molti altri nobili nel corso della storia l’hanno indossata.

Proprietà fisiche

L’ametista è una forma naturale di quarzo cristallino.

La sua composizione chimica è SiO2, la stessa del quarzo cristallino chiaro. Sulla scala di durezza Mohs, l’ametista è 7, e ciò la rende una delle pietre più resistenti. La pietra più dura sulla scala Mohs è il diamante, che è 10. La sua Gravità Specifica è 2.66 con un Indice di Rifrazione di 1.544-1.553.

Colori

I colori più comuni dell’ametista vanno dal lavanda chiaro al viola scuro a seconda della quantità di manganese e ferro presente durante la formazione. Colori più rari come il viola rossastro o giallastro dipendono dalla combinazione di questi minerali. Le ametiste naturali verdi sono molto rare; la maggior parte delle ametiste verdi sono trattate con il calore. Le ametiste che contengono ferro con proprietà specifiche (Fe2 più composti ferrosi) diventano verdi se trattate con il calore.

Formazione

I cristalli di ametista si formano all’interno di geodi di agata. Questi si formano quando argilla, limo, sabbia o ghiaia si compattano grazie all’acqua corrente.

I geodi contenenti cristalli di Ametista possono essere piuttosto lunghi, tuttavia producono cristalli di pochi centimetri di lunghezza. L’ametista si estrae in Brasile, Sri Lanka, India, Uruguay, Madagascar, Germania, Australia, Messico, Africa, Russia e Stati Uniti.

Proprietà metafisiche

Si crede che l’ametista favorisca la creatività, la spiritualità, il rilassamento, la meditazione, la consapevolezza spirituale, la pace, la stabilità, la serenità, il perdono e la tolleranza. L’artista Leonardo Da Vinci scrisse una volta, “l’ametista ha il potere di dissipare i pensieri cattivi e acutizzare l’intelligenza.” Per questo molti credono che indossare l’ametista possa calmare la mente e aumentare l’intuizione.

Folklore

Gli antichi egizi consideravano l’ametista una pietra protettiva. Si dice che protegga dai sentimenti negativi, dall’illusione e dalla magia. Tradizionalmente è indossata per proteggersi dall’ubriachezza e mantenere la mente sobria. La parola ametista viene dal greco e significa “non ubriaco”. Si crede anche che protegga dal veleno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*