Quali caratteristiche film horror COMMENTA  

Quali caratteristiche film horror COMMENTA  

I film horror sono popolari, in particolare ricordano Halloween, ma non c’è una definizione precisa di film horror.

In alcuni film horror sono presenti mostri e sangue. Altri esprimono orrore senza mostrare alcuna violenza sullo schermo.

Tuttavia, ci sono alcuni elementi di base che si possono trovare in molti, ma non in tutti i film horror.


RISPOSTA EMOTIVA

La maggior parte dei film horror tentano di suscitare una specifica risposta emotiva. Le emozioni evidenti associati all’horror sono la paura, il terrore e il timore. I film horror fanno spaventare la gente sia per elementi soprannaturali sia per episodi che potrebbero accadere a voi.  Altri elementi emotivi che provengono da un film horror sono disgusto e senso di impotenza. Tuttavia anche alcuni film che non rientrano nel genere horror possono suscitare queste emozioni. Ad esempio, “Il Padrino”, “Quei bravi ragazzi” e “Scarface” sfruttano queste emozioni.


MOSTRI

Non in tutti i film horror possiamo trovare mostri, ma per molti film questa è la caratteristica principale. Un mostro può assumere diverse forme ma rappresenta quasi sempre un pericolo per i protagonisti i quali dovranno combattere o allontanarsi da esso. Esempi di mostri presenti nella vita reale includono lo squalo in “Jaws”, il serpente in “Anaconda”, o il coccodrillo in “Lake Placid”. I mostri possono essere anche dei serial killer, come Jason Voorhees di “Venerdì 13”, Michael Myers da “Halloween” o Leatherface di “Non aprite quella porta”. A volte il mostro è una creatura sovrannaturale, come Dracula, il mostro di Frankenstein, la Mummia e l’Uomo Lupo.


VIOLENZA

Secondo la valutazione del film, alcuni film horror vengono definiti dal loro livello di violenza. Il genere violento che ha avuto inizio con “Halloween” ed era estremamente popolare negli anni ‘80 si è basato sugli omicidi creativi e cruenti. I fan dell’horror, spesso, si aspettano un determinato livello di violenza e di sangue. Inoltre, alcuni registi come Lucio Fulci, Mario Bava e Dario Argento pionieri del genere horror giallo, sono conosciuti per la loro violenza realistica.

L'articolo prosegue subito dopo


IMMAGINI SCURE

Molti film horror presentano elementi di oscurità, sia che si tratti della trama, del personaggio o della produzione. I film horror gotici degli anni ’30 e ’40, tra cui l’originale della Universal “Dracula”, sono noti per il loro design scuro. Film più recenti, come la serie “Saw” e “Insidious”, presentano elementi di design oscuri nella loro progettazione, nella produzione e negli effetti speciali.

GENERI RECENTI

Nel corso degli anni, sono nati nuovi generi horror, e ognuno ha i suoi elementi fondamentali. Generi di Torture, che comprende persone innocenti intrappolate in un ambiente sotterraneo e torturati, erano popolari nel primo decennio degli anni 2000, introdotte da film come “Hostel” e “Saw”. Anch enei primi anni 2000, diversi film horror asiatici sono stati rifatti da Hollywood. Film come “The Ring” e “The Grudge” dove sono presenti elementi più cupi di storie di fantasmi e di vendetta. Infine, un altro tipo di film horror è quello girato con una videocamera. È un genere diventato popolare recentemente con: “The “Blair Witch Project”, che è stato il primo grande film horror popolare raccontato in prima persona con una fotocamera. Tra gli altri film che seguirono questo metodo sono inclusi “Quarantine” e “Paranormal Activity”.

FILM DISCUTIBILI

Non ogni film si inserisce perfettamente in un genere, e anche gli esperti di cinema e appassionati discutono sul fatto che alcuni film potrebbero non essere considerati effettivamente film horror. Esempi di questi film sono “Il silenzio degli innocenti” e “Black Swan”. In entrambi i film sono presenti elementi horror ma sono stati commercializzati come thriller. Tra gli altri film discutibili ci sono film di crimine reale come “L’ultima casa a sinistra” e “Irreversibile”, che non contengono elementi sovrannaturali ma suscitano una reazione emotiva da film horror.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*