Quali di questi 5 film classici vorreste fossero una serie tv?

Serie TV

Quali di questi 5 film classici vorreste fossero una serie tv?

Quali di questi 5 film classici vorreste fossero una serie tv?
Quali di questi 5 film classici vorreste fossero una serie tv?

È in arrivo una serie tv su “Metropolis”, di Fritz Lang. Ma quali altri film culto potrebbero approdare sul piccolo schermo?

Sam Esmail è un appassionato di mondi distopici e sta lavorando all’adattamento di uno dei più grandi film fantascientifici della storia del cinema: “Metropolis“, di Fritz Lang. Il lungometraggio diventerà presto una serie tv. Ed Esmail, nel realizzarla, sta riprendendo le stesse premesse dell’opera originale. Ma quali altri film di culto vedremmo volentieri sul piccolo schermo? Eccone 5, tra i più famosi.

1. 2001: Odissea nello Spazio

“2001: Odissea nello Spazio” di Stanley Kubrick è la principale responsabile di quasi tutta la fantascienza che conosciamo oggi. Quando nel 1968, uscì sui grandi schermi, ridefinì i canoni sci-fi e quelli del cinema. E’ considerato uno dei più grandi film di tutti i tempi. Qual è l’origine e la potenza del monolite nero? Con chi comunicava su Giove? Cosa non è andato bene con l’Hal 9000? Sono molte le domande volutamente lasciate in sospeso da Kubrick…

2.

Quinto Potere

Nel 1941, Orson Welles diresse un film considerato fra i migliori di sempre: “Quinto potere”. E’ la storia di Charles Foster Kane, ispirata al magnate dell’editoria americana William Randolph Hearst, e tratta della storia di un giornalista dai grandi ideali ma che cede gradualmente alla corsa per il potere. E’ una commistione fra giornalismo e politica, ricerca di notizie sensazionalistiche, la manipolazione dell’opinione pubblica. Temi che si adatterebbero perfettamente alla realtà di oggi. Una sorta di “House of Cards” in chiave giornalistica, dove la professione si mescola alle ingerenze politiche e a scandali personali.

3. Otto e mezzo

Il capolavoro di Federico Fellini è un onirico caleidoscopio di ambientazioni e personaggi, nonché di temi più disparati. La pellicola è una riflessione meta-narrativa sul significato di fare il regista, su come lottare contro l’assenza d’ispirazione e dar vita a opere d’arte sotto la pressione del pubblico. Sono temi sempre di moda, proprio oggi che la televisione è abbastanza matura per affrontarli in stile felliniano.

Basta pensare, ad esempio, alla recente serie tv “The Young Pope”.

4. La finestra sul cortile

In tal caso, non si tratterebbe del primo adattamento televisivo di un’opera firmata da Alfred Hitchcock. In questi anni, infatti, la A&E trasmette “Bates Motel“, la serie tv che segue la giovinezza di Norman Bates, prima che diventasse il folle protagonista di Psycho. Nel caso di “La finestra sul cortile”, abbiamo un fotografo bloccato nel suo appartamento a causa di una frattura alla gamba e che osserva dalla finestra ciò che succede tra i vicini. Ma soprattuutto raccoglie indizi che incastrano un uxoricida. Si tratta di un elemento chiave che potrebbe essere ripetuto potenzialmente all’infinito. Un quartiere apparentemente perfetto ma che nasconde terribili segreti.

5. Ritorno al futuro

“Ritorno al futuro” è un fondamentale di culto, per i fan del genere. Il film, infatti, ha originato ben due sequel, videogame, fumetti, parchi di divertimento e un musical.

I viaggi nel tempo, inoltre, sono sempre stati argomenti prediletti delle serie tv. Basti vedere “Time After Time” e “Making History”. Sarebbe, perciò, molto interessante riprendere la tematica, ma in live action. Anche se, ovviamente sarà difficile rivedere Michael J. Fox e Christopher Lloyd nuovamente nei panni di Marty McFly e Doc, a bordo della DeLorean.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche