Quali farmaci antipsicotici per diminuire schizofrenia COMMENTA  

Quali farmaci antipsicotici per diminuire schizofrenia COMMENTA  

I farmaci antipsicotici, disponibili a partire dalla metà degli anni ’50, hanno notevolmente migliorato le prospettive di vita dei singoli pazienti. Questi farmaci riducono i sintomi psicotici della schizofrenia ma non consentono di guarire dalla schizofrenia.
La scelta e il dosaggio del farmaco possono essere effettuate solo da un medico qualificato nel trattamento medico dei disturbi mentali. Il dosaggio del farmaco è individualizzato per ogni paziente.

Alcuni nuovi farmaci antipsicotici (i cosiddetti “antipsicotici atipici”) sono stati introdotte dal 1990. Il primo di questi, la clozapina (Clozaril), ha dimostrato di essere più efficace rispetto ad altri antipsicotici, anche se potrebbe causare seri effetti collaterali – in particolare, l’agranulocitosi (perdita di globuli bianchi che combattono le infezioni) – per questo, i pazienti devono essere seguiti con esami del sangue, ogni una o due settimane.

Anche i nuovi farmaci antipsicotici, come il risperidone (Risperdal) e l’olanzapina (Zyprexa), sono più sicuri rispetto ai vecchi farmaci, e vengono anche tollerati meglio.

L'articolo prosegue subito dopo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*