Quali sono cause morte in acqua COMMENTA  

Quali sono cause morte in acqua COMMENTA  

Capita spesso di sentire episodi tragici di cronaca nera, specie durante il periodo estivo, di persone che muoiono per annegamento in mare, o a volte addirittura dentro delle semplici piscine. I medici confermano che alla base di queste tragedie c’è sempre un atteggiamento incauto, e una disattenzione di fondo. Si tratta cioè di tragedie che possono essere evitate.


Un primo mito da sfatare, è il divieto di entrare in acqua dopo aver mangiato. Anche in questo caso ovviamente serve il buonsenso: di certo non è salutare immergersi se si è mangiato a dismisura. Però i pericoli più grandi derivano da disattenzioni di altro tipo.


Ad esempio, lo shock termico: se si è accaldati dal sole, e ci si immerge in acqua troppo rapidamente o bruscamente, si potrebbe subire una sincope, e quindi non capaci di nuotare e di conseguenza affogare. L’immersione viceversa dovrebbe sempre essere graduale.


Più pericoloso che mangiare è bere alcolici, perchè questo rallenta i riflessi; inoltre non ci si dovrebbe tuffare, o spingere in mare aperto, o anche nella acque di un lago o di un fiume, se le condizioni climatiche sono avverse.

Leggi anche

parabola
Guide

Spostare la parabola Sky: come fare

Alcuni consigli utili per orientare la parabola di Sky in maniera corretta. Che possediate una parabola Sky tradizionale, oppure una parabola rettangolare e piatta (magari di quelle decorabili), il problema per voi, non appena acquistata, Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*