Quali sono controindicazioni propoli in gravidanza

Guide

Quali sono controindicazioni propoli in gravidanza

Ci sono dei rimedi naturali, largamente impiegati nei farmaci omeopatici e in erboristeria, che in genere si assume a cuor leggere pensando che “naturale” sia sinonimo di “innocuo”.

In realtà, si dovrebbe tenere ben presente che anche un prodotto estratto dalle piante, o comunque non derivante da processi chimici ma da processi biologici, potrebbe avere su soggetti differenti effetti collaterali o indesiderati non previsti, e che quindi anche i farmaci naturali devono essere assunti con cautela e senza eccedere.

Ad esempio il propoli, che è una sostanza prodotta dalle api, è da sempre conosciuto come un ottimo antibiotico. Serve infatti a curare mal di gola e altre infezioni del cavo orale, aiuta a rimarginare le ferite, e in genere non vi sono controindicazioni nel suo utilizzo, sempre però in dosi moderate, perchè potrebbe provocare reazioni allergiche.

L’unico caso in cui invece bisognerebbe fare maggiore attenzione è nelle donne in gravidanza. Per quanto non sia stato ancora scientificamente provato che il propoli possa nuocere al feto, di certo è ricco di bioflavonoidi, che potrebbero essere causa dello sviluppo di patologie infantili.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*