Quali sono cure per piede d’atleta COMMENTA  

Quali sono cure per piede d’atleta COMMENTA  

La tinea pedis (comunemente chiamata “piede d’atleta”) è una infezione diffusa soprattutto tra coloro che praticano sport e che non seguono alcune semplici e quotidiane regole di igiene. Ad esempio, gli sportivi dovrebbero dedicare un po’ di tempo ogni giorno alla pulizia dei piedi, soprattutto dopo l’allenamento. In particolare, è importante non trascurare l’asciugatura dei piedi dopo il lavaggio, poiché l’umidità che si annida tra gli spazi delle dita o sulla piante favorisce la proliferazione dei batteri.

Se nonostante tutte le precauzioni igieniche e comportamentali sopraggiungono infezioni fungine che colpiscono i piedi, in genere se la zona da trattare non è estesa e l’infezione è allo stato iniziale, si può applicare un antimicotico.

La parte colpita si presenta arrossata e possono comparire anche prurito e bruciore là dove la pelle appare più screpolata. Sarà poi il medico a consigliare, in caso di recidiva o di infezione piuttosto grave ed estesa, la possibilità di assumere antibiotici a somministrazione orale e seguire un intero ciclo per debellare l’infezione. Anche se tale infezione in genere colpisce la zona del piede, se non trattata in maniera adeguata e tempestiva potrebbe diffondersi anche in altre zone del corpo, come le ascelle e la zona inguinale.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*