Quali sono i falsi miti che circolano sul tumore

Salute

Quali sono i falsi miti che circolano sul tumore

Una recente indagine europea effettuata da Insite Consulting e Janssen in cinque Paesi europei tra cui l’Italia su un campione di circa 400 pazienti con tumore alla prostata e loro familiari, ha rivelato che purtroppo esistono ancora falsi miti da sfatare sul cancro, in particolare quello che colpisce gli uomini alla prostata. Il 40% dei pazienti e familiari con questa tipologia di tumore ritiene che facendo attività fisica non si abbia alcun beneficio, e addirittura il 23% pensa che l’esercizio fisico sia in grado di peggiorare la malattia. Il 60% dei malati pensa che cambiare le abitudini alimentari non sia utile ad affrontare la malattia, mentre il 55% vorrebbe essere più informato sul legame esistente tra tumore e stili di vita.

Proprio per sopperire a questo bisogno di maggiore informazione da parte dei pazienti ma anche di chi condivide la loro malattia l’Aiom (Associazione italiana di Oncologia medica” ha promosso un “Tour di prevenzione” denominato “Prostata: sul tumore vince chi gioca d’anticipo”, che toccherà venti città italiane.

Qui gli oncologi coinvolgeranno soprattutto la terza età, che è quella maggiormente interessata dall’incidenza del tumore alla prostata. A chi parteciperà agli incontri verrà rilasciato un opuscolo informativo sulla patologia e verranno forniti consigli pratici su come affrontare la malattia quotidianamente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

hand-351277_960_720
Salute

Come combattere le rughe con rimedi naturali

27 luglio 2017 di Maura Lugano

Sono le nemiche numero uno di ogni donna di ogni età, sono le rughe, le tanto odiate rughe, segno del tempo che passa, testimoni di una bellezza che di giorno in giorno cambia e si evolve. Le rughe, tra l’altro, iniziano ad essere il cruccio degli uomini, sempre più interessati al loro aspetto, e che talvolta attingono direttamente dalle donne i consigli per prendersi cura di sé, anche dei propri segni del tempo che passa.
La grande attrice Anna Magnani implorava i truccatori che non le coprissero nemmeno una delle rughe del viso, per lei esse erano simbolo delle esperienze belle e brutte della vita, ma oggi giorno si inizia presto a prendersi cura di questo problema, ogni donna ci tiene ad avere un aspetto giovane che le dia sicurezza, compiacimento e che susciti ammirazione.
Tante donne, soprattutto quelle che per varie ragioni vedono sul proprio viso apparire segni marcati di invecchiamento, desiderano un viso più piacevole, ma non vogliono ricorrere alla siringa o al bisturi, oppure non ne hanno la possibilità. Sono sempre più numerose quelle che cercano delle soluzioni naturali e dei prodotti naturali, in questa loro ricerca sicuramente possono trovare un aiuto e anche una soluzione.