Quali sono i migliori sistemi di irrigazione COMMENTA  

Quali sono i migliori sistemi di irrigazione COMMENTA  


impianto_di_irrigazione

Irrigare il proprio orto o giardino è fondamentale, soprattutto durante il periodo estivo, quando l’acqua scarseggia. La scelta del sistema di irrigazione va fatta tenendo conto di una serie di elementi, tra cui il tipo di vegetazione che si intende irrigare e la quantità di acqua disponibile. I prati inglesi e i tappeti erbosi hanno bisogno di essere innaffiati in modo uniforme su tutta la superficie, quindi il sistema ideale è l’irrigazione a spruzzo con irrigatori statici o dinamici. Alberi singoli, piccole siepi, fioriere e vasi devono ricevere un tipo di irrigazione localizzata, è preferibile optare per un sistema di micro-irrigazione oppure quella a goccia.

I sistemi di irrigazione sono diversi anche in base alla quantità di acqua che utilizzano: gli irrigatori interrati (sistema a spruzzo) in genere disperdono tanta acqua, cosa che invece non succede con un sistema a goccia. Con i 50 litri al minuto di cui necessita un sistema a spruzzo per funzionare si possono far funzionare in contemporanea ben centocinquanta gocciolatori! Ogni sistema di irrigazione deve essere programmato considerando il rapporto tra la quantità di acqua erogata e quella effettivamente utilizzata dalle piante. La programmazione elettronica contribuisce proprio a questo scopo, limitando parecchio i consumi di acqua.

Il programmatore, funzionante con batteria, permette di determinare esattamente quanta acqua serve e l’orario in cui si vuole procedere all’irrigazione, minimizzando le perdite provocate dall’evaporazione. In commercio esistono tantissime marche di sistemi di irrigazione altamente efficaci. Naturalmente bisogna conoscere le esigenze del terreno o delle piante che si vogliono irrigare per poter scegliere il sistema più giusto.

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*