Proprietà e benefici del succo delle barbabietole

Salute

Proprietà e benefici del succo delle barbabietole

Barbabietole
Barbabietole

Avete mai sentito parlare delle proprietà benefiche delle barbabietole? Ecco i benefici e le controindicazioni del suo succo.

Le barbabietole sono piante dalle radici rosse, quelle che si mangiano, e dalle foglie a forma di cuore. Molto sceniche e colorate. Delle barbabietole, in generale, si consuma il tubero, appunto le radici, ma anche le foglie possono essere utilizzate per i più vari motivi. Generalmente si consuma il tubero ma possono essere utilizzate anche le foglie.

Le proprietà e i benefici delle barbabietole

Le barbabietole (beta vulgaris) sono delle piante appartenenti alla famiglia delle Chenopidiacenee (o Amaranthaceae, dal colore) e ne esistono diverse qualità: da orto, destinate all’alimentazione del bestiame o le famose barbabietole da zucchero. In queste piante ci sono molte proprietà che aiutano il nostro organismo

Le proprietà delle barbabietole

Le barbabietole sono un alimento molto leggero, e si possono consumare sia crude che cotte. Sono un alimento principalmente autunnale, contengono, se cotte, 43 calorie per 100 g. Crude, invece, contengono appena 19 calorie per 100 g.

Sono poverissime di grassi, ricche soprattutto di fibre e d’acqua, molto utili per il reintegro dei sali minerali, visto che ne contengono molti (ferro, calcio, potassio e fosforo), e anche nei casi di anemia. Sono ortaggi che, oltre al gran numero di sali, contengono molte vitamine (A, C, B e l’acido folico, essenziale per le donne in gravidanza). Infine, le barbabietole sono molto ricche di flavonoidi, nello specifico stiamo parlando degli antociani, pigmenti idrosolubili in grado di combattere i radicali liberi.

I benefici delle barbabietole

Visto che si tratta di un alimento così ricco di sostanze nutritive, vitamine e minerali non è sorprendente sapere che possiede un gran numero di benefici per il vostro corpo. Non a caso, ai tempi dell’antica Grecia e dell’antica Roma, queste grandi popolazioni la utilizzavano già non solo come cibo, ma anche per la sua funzione medicinale. Ecco un breve elenco dei benefici delle barbabietole:

  • Consumare le barbabietole è utile per contrastare le malattie del fegato.

    Oltre ad attenuare le infiammazione che colpiscono il nostro sistema digerente.

  • Gli effetti dell’ortaggio sono ottimi anche nel contrastare i tumori, specialmente il tumore al colon. Studi simili sono in atto sin dagli anni ’80 e, negli ultimi anni, si sono concentrati sulla barbabietola rossa e sul suo succo come alimenti utili a prevenire cancro e disturbi cardiovascolari.
  • Il suo contenuto altamente vitaminico rafforza il sistema linfatico, i capillari e migliora la circolazione sanguigna. Per via del suo contenuto vitaminico, la barbabietola rossa rafforza i capillari e contribuisce a migliorare la circolazione sanguigna. Aiuta anche a ricostruire i globuli rossi.
  • Le barbabietole sono un alimento adatto anche a chi soffre di pressione bassa, in quanto possono aiutare ad abbassarla.
  • Sono un alimento molto salutare e leggero, quindi adatto per le diete.
  • Si tratta di un alimento sfruttato come potente antiossidante, come abbiamo detto, grazie alla presenza dei flavonoidi.
  • Possiede proprietà remineralizzanti ed è utilissimo nelle fasi di convalescenza.
  • L’alto contenuto d’acqua dona alle barbabietole proprietà diuretiche molto utili.
  • Si tratta di un alimento molto utile in caso di anemia, disturbi mestruali e menopausa perchè favorisce l’assorbimento del ferro.

    Specialmente nel caso in cui sia unito al succo di limone.

  • Migliora le prestazioni fisiche, rivelandosi, quindi, ottimo per chi svolge una qualsiasi attività sportiva.

Come inserire le barbabietole nella dieta

Una volta cotte, le barbabietole assumono un colore rosso molto scuro, tendente al violaceo. Come abbiamo detto, possono essere consumate sia crude che cotte, ma, molti esperti di salute, consigliano digiuni con succhi di barbabietola per riportare il corpo ad uno stato di salute ottimale.

Il succo di barbabietole

Il consiglio, con il succo di barbabietole, ottimo per l’organismo, è quello di iniziare in maniera graduale. Questo, sia in termini di quantità sia evitando di bere succo di sola barbabietole, ma aggiungendo, mela e zenzero per darle più sapore e dolcezza. Questo anche perchè il succo di sola barbabietola potrebbe avere degli effetti collaterali sul corpo che ne vanificherebbero le proprietà benefiche. Ecco qualche rapida ed efficace indicazione per evitare gli effetti negativi del succo di barbabietole:

  • Paralisi temporanea delle corde vocali.

    Uno degli effetti più estremi, che può tranquillamente essere evitato utilizzando solo barbabietole biologiche e combinando il succo di barbabietole con altri succhi, come quello di carote e sedano.

  • Danni al fegato. Le barbabietole hanno un potente effetto pulente sul corpo. Un’assunzione troppo elevata di succo, quindi, non diluito potrebbe scaricare tossine nel fegato in quantità così grandi che questo non potrebbe trattarle efficientemente. Il vantaggio, quindi, di ripulire il corpo, si trasformerebbe in uno svantaggio. Le persone con problemi al fegato o ai reni dovrebbero consumare succo di barbabietole solo in piccole dosi.
  • Diarrea. Il succo di barbabietola è ottimo per la costipazione perché aumenta la mobilità intestinale. Nel caso si abbia la tendenza opposta, però, il succo di barbabietola potrebbe esacerbare la condizione. Oltre a questo, non è un alimento raccomandato per chi soffre di calcoli renali, ulcera peptica o problemi al duodeno.
  • Vomito. Il succo di barbabietola non diluito è una potente medicina.

    Il nitrato contenuto al suo interno potrebbe rallentare l’assorbimento di ossigeno, riducendo la stanchezza. Oltre al fatto che hanno un enorme potere inibitorio verso i tumori. La stessa potenza che gli permette di guarire fa sì che molte persone abbiano una bassa tolleranza del succo di barbabietola, sperimentando vomito e debolezza generale.

  • Feci e urina rosse. Un effetto “negativo” derivato dal colore dell’ortaggio. Si tratta di un effetto collaterale dovuto esclusivamente al colore e non indica un sanguinamento interno.

Come preparare il succo di barbabietole

Se è vero che il succo di barbabietole ha degli aspetti negativi, basta cucinarle in modi precisi per evitarli. La procedure è semplice

  • Procedete all’estrazione del succo vivo e rosso dalla vostre barbabietole utilizzando un estrattore.
  • Il succo di barbabietola puro, abbiamo detto, è molto potente e non è l’ideale. Tuttavia, se volete provarlo così, aggiungete almeno un po’ di limone. Questo favorirà l’assimilazione del ferro.
  • Vi consigliamo, anche, di iniziare ad assimilarne un poco al giorno. Questo per far si che il vostro corpo si abitui alla potenza depurativa del succo.
  • La soluzione migliore, comunque, sarebbe quello di diluire il succo di barbabietole con altri succhi. Potreste aggiungere: succo di carota, di mela, di zenzero o qualunque altra cosa vi piaccia. Questo per vari motivi: il primo è quello di mitigarne la potenza, e quindi il fastidio per il vostro corpo; il secondo per alterarne il sapore secondo i vostri gusti; il terzo per aggiungere altre proprietà nutritive oltre quelle della barbabietola.
  • Nello specifico: con l’aggiunta di limone, come abbiamo detto, ne favorisce l’assunzione pura; con carote, arancioni o nere, favorisce la rigenerazione dei globuli rossi; con l’aggiunga di melo e/o zenzero favorisce il riequilibrarsi dell’intestino.

Si tratta, alla fine, di un alimento utile come medicinale, come integratore e anche per le diete, ma con il quale bisogna stare molto attenti. Il troppo stroppia, come si suol dire, ed è proprio il caso del succo di barbabietole.

Diversi sono i succhi di barbabietole e diverse sono le combinazioni con altri frutti. In formule organiche, biologiche e naturali, i nuovi succhi di barbabietole rosse mantengono i principi attivi originali e favoriscono l’apporto di vitamine all’organismo, rafforzando il sistema immunitario e migliorando la salute del corpo. Tra le diverse marche, le più consigliate sono:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche