Quali sono le cause del naso che cola cronico nei bambini?

Wellness

Quali sono le cause del naso che cola cronico nei bambini?

Un naso che cola è un evento comune in età pediatrica. I bambini possono avere il naso che cola insieme a raffreddori e influenze, tuttavia, raffreddori e influenze non dovrebbero causare un naso che cola cronico. I bambini con allergie nasali possono avere persistente naso che cola. Secondo il St. John Health System, circa il 15 per cento di tutti i bambini soffrono di allergie nasali.


Risposta allergica
I bambini con allergie nasali rilasciano istamina in risposta ad inalazione di un allergene. L’istamina è una sostanza chimica del corpo che combatte contro gli invasori. Un sintomo di una risposta all’istamina è un naso che cola.

Allergeni comuni
Comuni allergeni nasali sono peli di animali domestici, acari della polvere, muffe, pollini, spore di erba, cuscini in piuma, fumo di tabacco e sostanze chimiche detergenti per la casa.

I sintomi dell’allergia
I bambini con allergie possono avere sia un naso che cola o intasato per la maggior parte del tempo.

Essi possono pulire o muovere il naso spesso. Inoltre, il drenaggiodel muco che si verifica a causa di allergie è solitamente chiaro. Altri sintomi comprendono starnuti, lacrimazione, prurito agli occhi e tosse secca.

Diagnosi
Se il bambino ha un naso che cola cronico e si pensa che potrebbero essere allergie, parlare con il pediatra circa le vostre preoccupazioni. Molto probabilmente, il pediatra farà un rinvio ad un allergologo, che può richiedere esami del sangue e test cutanei per determinare se il bambino è allergico a certe sostanze.

Trattamento
Se possibile, ridurre gli allergeni dall’ambiente del bambino. Ridurre allergeni spolverando e passando l’aspirapolvere regolarmente o comprare speciali materassi e cuscini per evitare che gli acari della polvere irritano il bambino. Umidificatori possono ridurre muffe, che possono scatenare allergie. La prescrizione di farmaci può essere consigliata da un medico. Farmaci da banco non devono essere utilizzati senza il consenso del medico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche