Quali sono le cure per infertilità femminile COMMENTA  

Quali sono le cure per infertilità femminile COMMENTA  

Il termine infertilità femminile viene spesso confuso con quello di sterilità. In realtà si tratta di due problematiche diverse. L’infertilità infatti indica l’incapacità di concepire un figlio oppure di portare a termine una gravidanza. Le cause possono essere varie come varie sono le terapie e le cure a seconda delle cause che l’hanno prodotta.

Leggi anche: Manicure e Pedicure Con La Tecnica Doctor Fish


Nella stragrande maggioranza dei casi le cure per l’infertilità si riducono a quattro:

  • terapie farmacologiche (somministrazione di gonadotropine umane e sulla correzione degli squilibri ormonali in atto);
  • interventi chirurgici,;
  • inseminazione intrauterina/artificiale (alla donna viene iniettato liquido seminale appositamente preparato, proveniente dal marito, dal partner o da un donatore);
  • tecniche di riproduzione assistita, come ad esempio la fecondazione in vitro.

Al di là della cosiddetta medicina occidentale, un altro tipo di “cura” consiste nel fare ricorso all’agopuntura. Il Prof. Claudio Corbellini afferma che l’approccio olistico si concentra sul considerare anche fattori quali lo stress ossidativo e le infezioni latenti.  I risultati hanno mostrato un miglioramento nel 78% dei casi, sia quantitativo che qualitativo.

Leggi anche: Centro Biodelizia: una Giornata di Benessere


Alcuni medici suggeriscono poi degli accorgimenti alimentari che possono aiutare in caso di infertilità ovulatoria. Ad esempio il controllo del peso corporeo; il privilegiare gli zuccheri a più lento assorbimento (pane, pasta e riso integrali) su quelli semplici di cui sono ricchi i dolci e le bevande zuccherate; limitare il consumo di carne a vantaggio di legumi e soia, in cui sono presenti grandi quantità di estrogeni vegetali e consumare latte e latticini non scremati.


 

Leggi anche

christmas-pudding
Guide

Come fare Christmas pudding: ricetta originale

In Inghilterra il Christmas pudding è un dolce tipico molto comune. Ecco la ricetta originale per realizzarne uno come la tradizione vuole. Gli Inglesi hanno l’abitudine di servire a tavola durante le festività natalizie un tipico dolce chiamato “Christmas pudding”, l’equivalente del nostro panettone, pandoro o torrone. Si tratta di una ricetta abbastanza semplice da realizzare, ma bisogna avere l’accortezza di lasciare la miscela di ingredienti in “riposo” per una notte, per dare la possibilità alla birra di amalgamarsi bene. Letteralmente “pudding” significa prugna, ma non vi è traccia di tale ingrediente nella ricetta tradizionale. Forse il termine “plum” si Leggi tutto
About Enrica Marrelli 457 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*