Quali sono le malattie che causano demenza precoce COMMENTA  

Quali sono le malattie che causano demenza precoce COMMENTA  

La demenza precoce può colpire soggetti giovani ed essere favorita da alcune patologie o fattori di rischio. Ecco quali tenere d’occhio.

Quando si parla di demenza in genere si pensa a quella senile, che colpisce una persona non più giovane, già inoltrata nella terza età. Purtroppo, oggi, stanno sempre più aumentando i casi di demenza precoce ereditaria, i cui sintomi si manifestano prima di quella senile e che quindi possono colpire anche soggetti giovani e in buono stato di salute. L’evoluzione della demenza precoce è molto più veloce, in genere si presenta quando in famiglia si sono verificati altri casi simili. Questa malattia tende a degenerare soprattutto quando la diagnosi non è avvenuta tempestivamente.


Oltre ai geni, si è scoperto che alcune patologie possono favorire l’insorgenza di una demenza precoce. Una particolare tipologia di demenza, quella vascolare, sembra essere legata ad uno stato persistente di ipertensione arteriosa. Altra causa di demenza precoce possono essere dei micro-ictus di cui il soggetto neppure si accorge, ma che vanno a compromettere le funzioni intellettive e cognitive spesso in modo definitivo. L’aterosclerosi, ossia l’occlusione delle arterie medio grandi può essere considerata un’altra patologia in grado di provocare la demenza precoce.


In qualsiasi tipologia di demenza ciò che conta ai fini dell’evoluzione della malattia è la diagnosi, che deve essere il più possibile chiara e tempestiva. Quando si manifestano i primi sintomi della demenza il medico può subito diagnosticare ed individuare la cura ed il trattamento più indicati per il caso concreto.


L’insorgere della demenza precoce è legata anche a stili di vita non corretti: sovrappeso, alimentazione sbagliata, il fumo eccessivo. Questi fattori di rischio, uniti al fattore genetico, possono essere le cause di una demenza precoce che si manifesta in soggetti ancora giovani di età.

L'articolo prosegue subito dopo


Per prevenire una patologia di questo tipo è quindi opportuno tenere sotto controllo eventuali fattori di rischio e prestare attenzione ai primi segnali (confusione, senso di disorientamento, difficoltà nell’esprimere i concetti, depressione, sbalzi repentini di umore).

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*