Quali sono le maschere tipiche del Carnevale di Sauris

Cultura

Quali sono le maschere tipiche del Carnevale di Sauris

Il comune di Sauris, in provincia di Udine, è uno dei piccoli borghi del Friuli-Venezia Giulia ancora fortemente legato alle proprie tradizioni, tra le quali quella maggiormente amata è sicuramente il Carnevale Saurano. Una sfilata, quella delle maschere di Sauris, che attraverso il borgo arriva e si conclude nei suggestivi boschi limitrofi, una festa durante la quale è possibile fare la conoscenza di quelle che sono le sue due figure più caratteristiche: il Rolar e il Kheirar, il cui compito è chiamare a raccolta la gente e dare il via alla sfilata del martedì grasso.

Quali sono le maschere tipiche del Carnevale di Sauris
Quali sono le maschere tipiche del Carnevale di Sauris

Il Rolar prende il suo nome dai roin, i grandi sonagli che porta legati in vita e che la figura agita di continuo. Con abiti scuri e volto e mani annerite dalla fuligine, questa figura magica e demoniaca ha il compito di avvisare la gente affinchè si prepari all’inizio della mascherata.

Il Kehirar, invece, è il vero e proprio re del carnevale.

Con indosso una maschera in legno e in mano una grande scopa, egli guida un corteo di persone con maschere in legno attravero gli angoli più suggestivi del borgo. Un tempo il Kehirar era solito bussare con la sua scopa alle porte delle abitazioni per farsi aprire. Una volta entrato e spazzato il pavimento, introduceva nell’abitazione i suonatori e le coppie di maschere che danzavano al suono delle fisarmoniche.

Ancora oggi però il rito della sfilata del martedì grasso si conclude con il Kehirar che spazza i pavimenti a simboleggiare il desiderio di scacciar via l’inverno e propiziare l’arrivo della buona stagione, un tratto distintivo per questo borgo fuori dal tempo fatto di usanze e folklore rimasti immutati nel corso dei secoli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...