Quali sono le tasse sui telefonini COMMENTA  

TV di NOTIZIE.IT

Quali sono le tasse sui telefonini COMMENTA  

E’ stato firmato un decreto che aumenta il sovrapprezzo su alcuni dispositivi tecnologici (c.d. equo compenso) da parte del Ministro per i Beni e le Attività culturali, Dario Franceschini. I consumatori italiani, a causa di questa tassa, pagheranno 100 euro all’anno in più sull’acquisto di strumenti e dispositivi tecnologici. La tassa va ad incidere in particolare su smartphone e tablet, che passano a quattro euro. Tali aumenti, nonostante le rassicurazioni del Ministero, andranno inevitabilmente a cadere sul consumatore finale.


Ecco, in sintesi, gli aumenti previsti per ciascun dispositivo.

 

Smartphone e tablet da 3 € (quelli da 8GB) a 5,20 € (quelli da 32GB)
Tv con funzione di registrazione 4,00 €
Computer 5,20 €
Telefonini non spamrtphone 0,50 €
Hard disk 0,01 € per ogni GB (fino a un massimo di 20 €)
Schede di memoria 0,09 € per ogni GB (fino a un massimo di 5 €)
Chiavette usb 0,10 € per ogni GB (fino a un massimo di 9 €)

 

In alcuni Paesi europei come la Germania e la Francia esistono tasse analoghe a queste, ma in altri sono state eliminate (vedi la Spagna) o mai applicate (come nel Regno Unito). Il sovrapprezzo applicato sui dispositivi è stato autorizzato a favore della Siae. Le associazioni dei consumatori temono che possa trattarsi di una vera e propria stangata (e non di un semplice “ritocco” dei prezzi), per questo hanno annunciato il ricorso al Tar contro il decreto.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*