Quali sono le verdure con basso indice glicemico? COMMENTA  

Quali sono le verdure con basso indice glicemico? COMMENTA  

L’indice glicemico (chiamato anche GI) è una misura standard dell’effetto di carboidrati sull’aumento o la diminuzione dei livelli di zucchero nel sangue nel corpo. Ogni prodotto alimentare viene valutato su una scala a seconda di come velocemente il carboidrato diventa uno zucchero semplice nel sangue. I cibi con un basso fattore di indice glicemico danno al corpo una più sostenuta energia totale.

Leggi anche: Arriva la social card del Comune



Spinaci
Gli pinaci hanno un fattore di indice glicemico di 15. Gli spinaci sono altamente nutrienti e ricchi di ferro, calcio e vitamine antiossidanti A ed E. Gli spinaci confezioni hanno anche vitamina K, magnesio, vitamine del gruppo B, acido folico e proteine.

Leggi anche: Legnano Jazz Festival, info e date


Broccoli
I broccoli hanno un fattore di indice glicemico di 15. I broccoli sono un ortaggio pieno zeppo di vitamine C, K e A e fibre.


Verdure a foglia verde
Le verdure a foglia verde hanno un fattore di indice glicemico di 15. Le verdure a foglia verde sono importanti in una dieta sana. Esse sono ricche di proteine, fibre alimentari, calcio, ferro, vitamina K e sostanze fitochimiche.

L'articolo prosegue subito dopo


Cavolo
Il cavolo ha un fattore di indice glicemico di 15. Il cavolo ha un basso contenuto calorico, alimento ricchi di fibre che è una grande fonte di vitamina C.

Cavolfiore
Il cavolfiore ha un fattore di indice glicemico di 15. E’ un altro vegetale come broccoli. Il cavolfiore è ricco di fibre, vitamina C, sostanze fitochimiche e nutrienti per la lotta contro il cancro.

Leggi anche

pandoro_cut_01
Cucina

Pandoro farcito ricetta: con gelato, mascarpone o nutella

Ecco la ricetta per realizzare un ottimo pandoro farcito con gelato, mascarpone o nutella da gustare nelle festività natalizie.   Per preparare il pandoro farcito con gelato, mascarpone o nutella, dovete cominciare per prima cosa con la farcitura. Se si tratta della nutella, potrete decidere se vi piace di più lasciarla al suo "stato" naturale o riscaldarla in un pentolino con un po' di latte. Se deciderete di scioglierla nel latte ricordatene di metterne poco per non compromettere la consistenza e poi trasferite il composto in una ciotola e fatelo raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero, coprendolo una Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*