Quali sono requisiti per porto d’armi difesa personale

Guide

Quali sono requisiti per porto d’armi difesa personale

Secondo la vigente normativa italiana, possono detenere legalmente delle armi da fuoco solo coloro che fanno parte delle forze dell’ordine. I civili che desiderano ottenerlo possono farne richiesta in due casi: o per praticare attività venatoria, oppure per difesa personale.

In entrambe i casi, è necessario possedere dei requisiti ben specifici per ottenere questa licenza.

Nel caso della difesa personale, la prima cosa da dimostrare è l’effettiva necessità di doversi difendere. In genere sono autorizzati al porto d’armi coloro che esercitano un’attività che li esponga al rischio di aggressioni o rapine, come ad esempio gli orefici.

Inoltre, deve essere dimostrata anche, tramite certificato medico, l‘idoneità psico fisica del soggetto a detenere un’arma. Chi non ha svolto regolare servizio militare, deve avere un attestato da parte di una sezione dell’Unione di Tiro a Segno Nazionale.

La licenza deve essere in seguito rinnovata annualmente, il libretto invece ogni cinque anni.

La domanda va fatta in Prefettura o in Questura.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*