Quali sono rischi parto cesareo COMMENTA  

Quali sono rischi parto cesareo COMMENTA  

L’Italia è osservata dall’Europa  dagli organi  competenti in materia sanitaria, in quanto nei nostri ospedali si ricorre  molto spesso al parto cesareo; il sospetto è che possa essere proposto come una scelta, all’apparenza, facile per evitare rischi; in tal caso  occorrerebbe  tracciare linee guida per il parto naturale e sicuro. Il parto cesareo o taglio è un intervento chirurgico che prevede anestesia, incisioni e  tempi di recupero più lunghi oltre a rischi per la madre e e per il bambino per tanto dovrebbe essere eseguito solo in casi di reale necessità:

  • Mal posizionamento del feto
  • Travaglio troppo lungo, con difficoltà
  • Battito del cuore del feto irregolare con problemi respiratori
  • Gravidanza pluri-gemellare
  • Se la madre ha partorito con cesareo in precedenza
  • Distacco della placenta
  • Dimensioni eccessive del feto
  • Posizione pericolosa del cordone ombelicale
  • Malattie della madre

Occorre sapere   oltre a ciò che l’intervento comporta una serie di rischi durante il parto , dopo e in occasione di gravidanze future Rischi per il feto 

  • Rare ma possibili ferite col bisturi
  • Problemi respiratori se il bambino nasce prima della settimana 39 per la non completa formazione dei polmoni

Rischi per la madre

  • Infezioni della ferita
  • Infezioni alle vie urinarie
  • Emorrargia dell’utero
  • Diminuzione della motilità intestinale e stipsi per via dell’anestesia
  • Trombi venosi
  • Rischio di doversi sottoporre ad ulteriori interventi per intervenire su danni riportati durante l’intervento o per la formazione di aderenze interne

In caso di gravidanze future

  • Rischio di rottura dell’utero lungo la vecchia sutura
  • Emorrargia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*