Quali sono sintomi sifilide latente COMMENTA  

Quali sono sintomi sifilide latente COMMENTA  

La sifilide è una malattia nota anche con il nome di lue. Si tratta di un’infezione virale che viene contratta per via sessuale, e che se non adeguatamente curata può avere degli esiti molto gravi, fino a condurre alla morte.


Però non è facile rendersi conto di essere affetti da sifilide, perchè essa conosce diversi stadi di incubazione che in un primo momento possono anche non dare sintomi evidenti. Si parla in questo caso di sifilide latente: è per questo motivo che si può contrarre la malattia avendo rapporti non protetti con una persona che non sia consapevole di essere malata.


Il primo sintomo di una sifilide latente si può manifestare dopo 2, ma anche fino a 12 settimane, dopo il rapporto a rischio. Si apre infatti una ferita, non dolorosa, simile ad un’ulcera, nella zona dei genitali.

In seguito si possono avvertire frequenti mal di testa, ingrossamento dei linfonodi e mal di gola, e soprattutto la comparsa di macchie rossastre su tutto il corpo.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*