Qualificazione Mondiali 2018, Italia-Albania 2-0: petardi e gol. Ecco le pagelle COMMENTA  

Qualificazione Mondiali 2018, Italia-Albania 2-0: petardi e gol. Ecco le pagelle COMMENTA  

Qualificazione Mondiali 2018, Italia-Albania 2-0: petardi e gol. Ecco le pagelle
Qualificazione Mondiali 2018, Italia-Albania 2-0: petardi e gol. Ecco le pagelle

L’Italia si schiera con il 4-2-4 e vince, tenendo il passo della Spagna. Gara sospesa per 10 minuti per fumogeni lanciati da un gruppo di tifosi albanesi.


L’Italia batte l’Albania 2-0, un gol per tempo, nel match valido per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018. La squadra di Ventura scuote il match con un calcio di rigore di De Rossi, dopo il fallo di Basha su Belotti. Nella ripresa, la gara è stata sospesa per circa 10 minuti a causa del lancio di fumogeni da parte dei tifosi ospiti. Al 71′, infine, arriva il raddoppio firmato da Immobile con un colpo di testa.


Gli azzurri raggiungono quota 13 punti, al pari della Spagna che ha vinto 4-1 con Israele. Ma l’Italia resta dietro alle Furie Rosse per differenza reti, ovvero 17 contro 9.


La Nazionale scenderà di nuovo in campo domenica 11 giugno, in casa contro il Liechtenstein. A settembre, invece, la sfida decisiva: il 2, gli azzurri saranno ospitati dalla Spagna e, con molta probabilità, servirà una vittoria, se si vuole staccare gli iberici il classifica. Martedì 5, sarà poi la volta di Italia-Israele. Il 6 e 9 ottobre, infine, gli ultimi due match: in casa contro la Macedonia e la trasferta in Albania.

L'articolo prosegue subito dopo


Ecco le pagelle di Italia-Albania 2-0.

Italia

BUFFON: 6 – Millesima partita da professionista. E non ha nemmeno dovuto sudare. Solo un paio di coccoloni all’inizio.

ZAPPACOSTA: 6.5 – Mal sopporta Roshi, poi si riprende. Ottimo l’assist del 2-0, uno degli innesti meglio riusciti di Ventura.

BARZAGLI: 6 – La sua esperienza da 36enne è necessaria per uscire imbattuti. Grazie a questa, supera anche i momenti più affannosi.

BONUCCI: 6 – Grande attenzione e poche sventagliate, quelle che piacevano tanto al ct precedente.

DE SCIGLIO: 6 – Fa la guardia alla fascia mancina. Diligente.

CANDREVA: 6.5 – Multitasking. Parte da ala, poi va al centro per suggerire passaggi e, infine, ripiega da terzino.

VERRATTI: 7 – Pregno di ispirazione. Perché quando accarezza la palla, riesce a deliziare anche i palati più fini. Ventura gli ha dato le chiavi.

DE ROSSI: 6.5 – Ventesimo gol in azzurro. Qui, a Palermo, aveva segnato il suo primo gol in Nazionale. Era contro Norvegia, nella qualificazione ai Mondiali 2006.

INSIGNE: 6.5 – Tanto sacrificio e poca creatività. Primo tempo da terzino e secondo da fantasista.

BELOTTI: 6.5 – Ruba un metro a Basha sul rigore: da tutorial per centravanti.

IMMOBILE: 7 – Peccato che la trama della gara gli tolga i metri necessari per sprigionare tutta la sua esplosività. Ma quando gli capita una palla buona, si avventa famelico su di lei.

VENTURA: 6 – Il 4-2-4 non è forse il modulo migliore, ma contro questa spinosa Albania ha funzionato.

Albania

STRAKOSHA: 6.5 – Partita d’esordio in Nazionale maggiore. Interessante il suo riflesso su Belotti.

HYSAJ: 6 – Marca Insigne per un tempo ma, nel finale, va in affanno.

VESELI: 6 – Se la cava.

KUKELI: 6.5 – Arretra la posizione per cementare la retroguardia: proprio quella mossa che fa soffrire di più gli azzurri.

AJETI: 5.5 – Un braccio stoppa Immobile e per l’arbitro è involontario.

AGOLLI: 5 – Rincorre Candreva come un pazzo. Viene anche ammonito. Le azioni migliori? Quelle diplomatiche con gli ultrà.

LILA: 5.5 – Senza iniziativa (dal 23′, SADIKU: 5.5 – senza arte né parte).

BASHA: 5 – Sciagurato sul rigore (dal 43′, LATIVI sv).

MEMUSHAJ: 6 – È tra i più volenterosi. Purtroppo cala nella distanza.

ROSHI: 6.5 – È il migliore per effervescenza sulla sinistra (dal 33′, GREZDA sv).

CIKALLESHI: 6 – Giusto un paio di tentativi. Si sacrifica tanto. Molto rumore per (quasi) nulla.

DE BIASI: 5 – Ha schierato una formazione ultra difensiva, scelta che non è stata ripagata. Incassa una sconfitta che, di fatto, elimina l’Albania dalla corsa verso i Mondiali.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*