Quando bisogna vaccinarsi contro l’influenza?

Guide

Quando bisogna vaccinarsi contro l’influenza?

Nonostante se ne parli ogni anno, ultimamente le persone che decidono di vaccinarsi contro l’influenza sono in netto calo. Come ogni anno, questa fastidiosa malattia è attesa tra Natale e le prime settimane di Gennaio. Secondo le indicazioni degli esperti, probabilmente non si tratterà di una epidemia influenzale particolarmente intensa. Le stime prevedono circa 4 milioni di malati in Italia, contro i sei milioni e mezzo dello scorso anno. L’epidemia colpirà, come sempre, le persone più deboli come malati, bambini e anziani.

I virus che provocheranno l’influenza della stagione 2013-2014 saranno tre: il virus A/H1N1 California; il virus A/H3N2 Victoria; il virus B Massachussetts. Ci si può vaccinare contro l’influenza a partire dal 17 Ottobre fino alla fine di Dicembre. Non ci sono controindicazioni a farsi vaccinare nemmeno a Gennaio. L’influenza, in caso di anziani o malati cronici, può provocare complicazioni importanti, come le broncopolmoniti, che possono anche rivelarsi letali.

Per questo, il vaccino è vivamente consigliato a chi ha superato i 64 anni, a chi soffre di una malattia cronica (per esempio cardiaca o respiratoria, come l’asma) e ai bambini che hanno problemi di salute.

Per queste categorie di persone il vaccino antinfluenzale è gratuito, si può fare alla propria Asl o direttamente dal medico di famiglia, a seconda delle Regioni. Anche chi è sano può pensare al vaccino antinfluenzale. Il vaccino può essere acquistato in farmacia anche senza ricetta (il costo è di 10 euro) e può essere praticato dal medico di famiglia a pagamento.

La decisione di vaccinarsi è personale: nel dubbio si può chiedere consiglio al proprio medico. Il vaccino può essere fatto anche dalle donne in gravidanza al secondo e al terzo mese di gestazione. Non solo non è rischioso, ma è utile, perché durante l’attesa i sintomi e le complicazioni dell’influenza possono essere più importanti della media. Si tratta di un vaccino sicuro, che può causare solo qualche lieve effetto collaterale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*