Quando comincia il declino cognitivo?

Guide

Quando comincia il declino cognitivo?

I disturbi della memoria che si manifestano con l’avanzare dell’età riguardano soprattutto “l’acquisizione di nuove informazioni e il loro recupero precoce”. La progressione del declino cognitivo in età senile è lenta e non interferisce con le abilità funzionali degli anziani, permettendo loro di continuare a vivere in modo autonomo.

Al contrario, nel caso di una diagnosi di declino cognitivo (condizione comunemente conosciuta col nome di “demenza”), i disturbi della memoria peggiorano rapidamente e si manifestano insieme ad altri problemi cognitivi che limitano le normali funzionalità degli anziani. I primi segnali della demenza senile si manifestano solitamente attorno ai 65 anni. Nel caso in cui i sintomi si manifestino prima dei 60 anni si parla di demenza pre-senile.

Questo non significa che tutti gli anziani saranno soggetti alla demenza senile, anzi: più della metà di coloro che raggiungono i 95 anni mantiene integre le proprie funzioni mentali. La forma principale di demenza è la malattia di Alzheimer, che colpisce però solo il 6% della popolazione con più di 65 anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*