Quando devo andare in pensione COMMENTA  

Quando devo andare in pensione COMMENTA  

I principali paletti fissati dalla Riforma sono:
– Sistema contributivo per tutti.
Le anzianità contributive maturate entro il 31 dicembre 2011 dal 1° gennaio dello scorso anno sono calcolate per tutti i lavoratori con il sistema di calcolo contributivo. La pensione di anzianità è stata sostituita dalla pensione anticipata e il meccanismo delle quote è stato abolito.

– Pensione di vecchiaia.
Gli uomini (tutti) e le donne del pubblico impiego possono andare in pensione di vecchiaia a 66 anni con 20 anni di contributi dal 2012, a 66 anni e tre mesi da quest’anno e tre mesi in più ogni tre anni fino al 2019 (Riforma Berlusconi) e ogni due anni dal 2019 in poi (Riforma Fornero). Per le donne del settore privato e gli autonomi l’adeguamento ai nuovi criteri per l’età sarà più graduale e andrà a pieno regime nel 2018, quando il limite minimo sarà per tutti 66 anni e 7 mesi. Il limite massimo, inoltre, dallo scorso anno è stato elevato a 70 anni e anch’esso sarà riveduto sulla base degli adeguamenti relativi alle previsioni di allungamento della vita elaborate dall’Istat.

– Pensione anticipata.
La pensione di anzianità, come ricordato, è stata sostituita da quella anticipata. Per andare in pensione occorrono ora 42 anni e 5 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 5 mesi per le donne e l’uscita minima, nel caso di raggiungimento di tali soglie, è 62 anni di età.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*