Quando è nata la Regina Elisabetta II COMMENTA  

Quando è nata la Regina Elisabetta II COMMENTA  

Quando è nata la Regina Elisabetta II
Quando è nata la Regina Elisabetta II

Elisabetta II, nata il 21 aprile 1926, è dal 1952 regina del regno inglese e  Canada, Australia e Nuova Zelanda, e Capo del Commonwealth.

Elisabetta II è anche regina di 12 paesi che sono diventati indipendenti dopo la sua adesione: Giamaica, Barbados, Bahamas, Grenada, Papua Nuova Guinea, Isole Salomone, Tuvalu, Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadine, Belize, Antigua e Barbuda, e di Saint Kitts e Nevis.


Elizabetta II è nata a Londra dal Duca e la Duchessa di York, futuro re Giorgio VI e la regina Elisabetta, ed la più vecchia tra le sorelle. Ha studiato privatamente a casa. Il padre salì al trono in seguito all’abdicazione del fratello Edoardo VIII nel 1936, da cui il tempo era l’erede presuntivo. Ha iniziato a svolgere funzioni pubbliche durante la Seconda Guerra Mondiale, servendo nel servizio territoriale ausiliario. Nel 1947, sposò il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, con il quale ha quattro figli: Carlo, Anna, Andrea ed Edoardo.


Molte visite storiche e incontri di Elizabetta II includono una visita di Stato nella Repubblica di Irlanda e visite reciproche da e verso il Papa. Ha visto importanti cambiamenti costituzionali, come la devoluzione nel Regno Unito,  il rimpatrio canadese, e la decolonizzazione dell’Africa. Inoltre ha regnato attraverso varie guerre e conflitti che coinvolgono molti dei suoi regni. Lei è la monarca regnante più antica del mondo, così come la più longeva della Gran Bretagna. Nel 2015, ha superato il regno del suo bis-bis-nonna, la regina Vittoria, a diventare la più lunga regnante monarca britannica e la più lunga regnante nella storia del mondo.

I maggiori momenti significativi della sua vita riguardano la nascita e il matrimonio dei suoi figli, dei suoi nipoti, la sua incoronazione nel 1953 e la celebrazione di Giubilei come quello d’argento, d’oro e di diamante rispettivamente nel 1977, 2002 e 2012.

 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*