Quando fare l’amniocentesi COMMENTA  

Quando fare l’amniocentesi COMMENTA  

L’amniocentesi è un esame che può essere eseguito dalle donne in gravidanza: non è obbligatorio, ma è consigliato in certi casi.

Molte donne hanno paura di fare questo esame perchè in effetti è piuttosto invasivo: infatti viene eseguito attraverso l’immissione di un ago nell’utero, attraverso l’addome. In questo modo il medico preleva un campione di liquido amniotico, il quale in seguito viene analizzato.

Leggi anche: Amniocentesi, linee guida e i pareri degli esperti


Lo scopo dell’amniocentesi consiste nel verificare che il nascituro non sia affetto da malattie di tipo genetico: ad esempio la fibrosi cistica, il ritardo mentale, forme di distrofia. Inoltre consente di conoscerne il corredo cromosomico, per verificarne l’integrità.

Leggi anche: Amniocentesi molecolare Milano


L’amniocentesi è consigliata a tutte le donne che affrontano la gravidanza in età avanzata, ovvero dopo aver compiuto i 35 anni di età; inoltre a tutti i genitori che hanno già in famiglia precedenti di malattie genetiche.

Il rischio di aborto è molto basso, e a volte eseguendo questo esame si scoprono patologie che possono essere curate prima che il bambino nasca.

Leggi anche

sopracciglia-dritte
Guide

Come fare le sopracciglia dritte

A seconda della forma del viso si possono modellare le sopracciglia: ecco a chi va vanno bene le sopracciglia dritte di linea orizzontale. Avere sopracciglia ben curate rende lo sguardo più intenso e seducente: quindi non bisogna mai trascurare questa parte del viso. A seconda della forma del volto si possono scegliere varie tipologie di sopracciglia: ecco come ottenere le sopracciglia dritte come Natalie Portman o Jessica Alba. Le sopracciglia dritte hanno un arco appena accennato oppure non lo hanno affatto. Se sono folte necessitano di cura quotidiana e tendono a svilupparsi vicino agli occhi. Optando per questa forma di Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*