Quando fare l’antitetanica? COMMENTA  

Quando fare l’antitetanica? COMMENTA  

Il tetano è una malattia molto pericolosa e potenzialmente mortale. Si contrae nel momento in cui ci si procuri una ferita, anche di lieve entità, che però viene infettata da un batterio che si chiama Clostridium tetani.

Questo batterio colpisce il sistema nervoso; quindi si cominciano ad avere crampi e spasmi, fino all’arresto totale del sistema cardiaco. Le ferite più pericolose sono quelle conseguenti da congelamento, da scottature o da cancrena. Esiste inoltre il tetano neonatale, che colpisce bambini partoriti in scarse condizioni igieniche.

Questa malattia è stata quasi del tutto debellata grazie al vaccino che è stato messo a punto contro di essa. Si deve ricorrere al vaccino, detto antitetanica, nel momento in cui ci si procuri una ferita che potrebbe eventualmente infettarsi.

Nell’adulto, il vaccino consiste in due iniezioni intramuscolari che si fanno a distanza di 4 settimane, con una terza dopo circa sei mesi. La valenza del vaccino è di dieci anni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*