Quando gli antibiotici non servono COMMENTA  

Quando gli antibiotici non servono COMMENTA  

Ormai è entrato un po’ nelle abitudini comuni: quando qualcosa non va, c’è febbre, mal di gola, tosse e catarro, il rimedio, a volte anche di autocura, è l’antibiotico.


Per prima cosa l’abuso di antibiotici potrebbe originare un fenomeno di antibioticoresistenza, ovvero della capacità dei batteri di resistere al medicinale perché assuefatti. Inoltre, lo dice una ricerca pubblicata sulla rivista Lancet Inceftious Diseases, l’antibiotico non è sempre la cura migliore per le affezioni delle vie respiratorie. Secondo lo studio, infatti, in caso di affezioni delle basse vie respiratorie (bronchi e polmoni, ma senza polmonite), la somministrazione dell’antibiotico o del placebo non ha minimamente variato l’intensità o la durata dell’infezione.


In compenso gli antibiotici hanno causato in alcuni pazienti, effetti collaterali quali diarrea, rush cutaneo o nausea.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*