Quando San Valentino diventa musica

Guide

Quando San Valentino diventa musica

Tra pochi giorni festeggeremo San Valentino e inevitabilmente anche la festa degli innamorati sembra subire la crisi economica. Regali costosi o economici, fatto sta che quando c’è amore non c’è crisi che tenga.

La musica riscalda il cuore, perché quindi non tornare ai vecchi tempi, quando il classico regalo per San Valentino era il mix di tracce musicali delle canzoni d’amore. Con la tecnologia odierna è facile comporre una tracklist a tema. Ecco di seguito un piccolo spunto di canzoni rock-pop.

“I Believe In A Thing Called Love” by The Darkness – Gruppo amato ma anche odiato, sfacciato, dai famosi falsetti e dalle armonie vocali di Justin Hawkins e dagli assoli di chitarra unici nel loro genere. A chi non verrebbe la voglia di innamorarsi dopo avere sentito questa canzone?!

“Crazy Little Thing Called Love” by Queen- Una delle hit più famose nella storia della musica, che ha donato a Freddie Mercury un’ occasione in più per brillare.

Dalle note dell’ intro della chitarra acustica, alla tecnica del walking bass del bassista John Deacon, questa canzone è rimasta a tutti nel cuore.

“Mystery Dance” by Elvis Costello- Dall’album debutto “My Aim is True,” uno dei più sublimi riferimenti amorosi musicali della storia. Il testo è pieno di doppi sensi, ma mai apertamente volgare. Infatti è solo dopo la terza strofa che si capisce cosa è la “Mystery Dance”.

“2000 Light Years Away” by Green Day – Dall’ indie album “Kerplunk!”, il suono pop-punk e la melodia del testo catturano quel sentimento dell’amore giovane ma non corrisposto.

“Friday I’m in Love” by The Cure- Scelta un pò cliche della band. Con questa canzone piena d’amore è sempre… Venerdì!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*