Quando si è conclusa la seconda guerra mondiale? COMMENTA  

Quando si è conclusa la seconda guerra mondiale? COMMENTA  

I ricordi delle stragi commesse durante la seconda guerra mondiale sono indelebili in tutti quelli che vi hanno partecipato. Ma anche per chi non vi ha assistito, è importante conoscere cosa è successo per far sì che eventi del genere non si debbano mai ripetere. Su qualunque libro di storia si possono trovare le vicende della guerra e ormai tutti sanno quali sono state le cause e gli orrori del conflitto. Ma come si è conclusa la seconda guerra mondiale? Perchè, ad un certo punto, sono state deposte le armi in favore della diplomazia?

La svolta della situazione della guerra arriva nel 1944: il 6 giugno di quest’anno infatti avviene lo sbarco in Normandia. Le truppe americane, con l’operazione Neptune, riescono a sbarcare sulle coste francesi. Questo è l’inizio della liberazione della Francia, in parte sotto il controllo di Hitler, e la causa della caduta del nazi-fascismo: la Germania infatti si trova completamente accerchiata dai nemici. A questo evento segue l’entrata dell’Armata Rossa a Berlino, il suicidio di Hitler, la cattura e la fucilazione di Mussolini attuata dai partigiani. Era il 1945.


Con la resa della Germania e dell’Italia però la guerra non era ancora terminata. Il Giappone infatti resiste, nonostante i suoi alleati siano caduti.

Il mattino del 6 Agosto 1945 gli Stati Uniti decidono allora di mettere definitivamente fine al conflitto: la bomba atomica viene sganciata sulla città di Hiroshima.

Tre giorni dopo viene bombardata anche Nagasaki. Le vittime sono quasi 200 000 tra i civili. Questo porta subito alla resa del governo giapponese ed è l’evento che segna la fine della seconda guerra mondiale.

Leggi anche

Linkedin: cos'è Lynda
Guide

LinkedIn: come si può chattare

Tutta la procedura per scoprire il lato "frivolo" di LinkedIn e chattare liberamente con i propri contatti. Abbiamo già parlato di LinkedIn in precedenza: in particolare, vi avevamo illustrato cinque buone ragioni per iscriversi a Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*