Quando si può utilizzare cannabis a scopo terapeutico COMMENTA  

Quando si può utilizzare cannabis a scopo terapeutico COMMENTA  

La marijuana è una delle sostanze più benefiche e terapeuticamente attive che l’uomo conosca.

La cannabis è stata usata per scopi medicinali da circa 4.000 anni. Scritti dell’antica India confermano che le sue proprietà psicoattive sono state riconosciute, e i medici l’hanno utilizzata per una varietà di malattie e disturbi. Queste includevano tutta una serie di disturbi gastrointestinali, insonnia, mal di testa e come antidolorifico spesso utilizzato durante il parto.

Leggi anche: Località per rilassarsi in coppia


Nel 1970, una versione sintetica del THC, l’ingrediente attivo primario nella cannabis, è stato sintetizzato per rendere il farmaco Marinol.

A causa del divieto di marijuana tuttavia, l’uso come medicina è limitato.

Leggi anche: Benessere sottovuoto, interessante iniziativa a cura della dottoressa Cinzia Russo


Alcune erbe offrono un’ampia varietà di applicazioni terapeutiche come questi:

Sollievo di spasmi muscolari

Sollievo del dolore cronico

Riduzione della pressione interlobulare all’interno dell’occhio

Soppressione di nausea

La perdita di peso – aumento e ripristinare il metabolismo

AIDS – La marijuana può ridurre la nausea, perdita di appetito, vomito dalla condizione stessa e le medicine pure.


Glaucoma – La marijuana allevia la pressione interna dell’occhio del glaucoma, e quindi allevia il dolore e rallenta o addirittura ferma la condizione.

Cancro- Molti effetti collaterali del farmaco per fermare il cancro possono essere alleviati con la marijuana, alcuni studi suggeriscono che la marijuana tende a rallentare il progresso di alcuni tipi di cancro.

L'articolo prosegue subito dopo


Sclerosi multipla – dolore muscolare, spasticità, tremori e instabilità sono alcuni degli effetti causati dalla malattia che possono essere alleviati dalla marijuana.

Epilessia – in alcuni pazienti, le crisi epilettiche possono essere prevenute con l’uso della marijuana.

Il dolore cronico – La marijuana aiuta ad alleviare il dolore causato da diversi tipi di lesioni e disturbi.

Ansia, depressione o ossessione – Anche se l’ansia mite è un effetto collaterale comune di alcuni utenti, la cannabis può elevare il vostro stato d’animo e espandere la mente.

Leggi anche

sopracciglia-dritte
Guide

Come fare le sopracciglia dritte

A seconda della forma del viso si possono modellare le sopracciglia: ecco a chi va vanno bene le sopracciglia dritte di linea orizzontale. Avere sopracciglia ben curate rende lo sguardo più intenso e seducente: quindi non bisogna mai trascurare questa parte del viso. A seconda della forma del volto si possono scegliere varie tipologie di sopracciglia: ecco come ottenere le sopracciglia dritte come Natalie Portman o Jessica Alba. Le sopracciglia dritte hanno un arco appena accennato oppure non lo hanno affatto. Se sono folte necessitano di cura quotidiana e tendono a svilupparsi vicino agli occhi. Optando per questa forma di Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*