Quando vanno in prescrizione le multe

Guide

Quando vanno in prescrizione le multe

Le multe hanno una data di scadenza anche se, a volte, zelanti compagnie di riscossione tentano di estorcerne il pagamento ai cittadini, nonostante la contravvenzione sia ormai caduta in prescrizione secondo i vigenti termini di legge.
La prescrizione è infatti di cinque anni dal giorno in cui e’ stata commessa l’infrazione.
In caso di successiva notifica della cartella esattoriale, il termine di prescrizione riparte da zero, per cominciare nuovamente dalla data di notifica.
Secondo il comma 153 dell’articolo 1 della Finanziaria 2008, gli agenti incaricati dalla riscossione possono notificare il verbale entro massimo due anni dalla consegna del ruolo. In pratica, per una contravvenzione del 2007, data in incarico alla compagnia di riscossione nel 2008, la data ultima valida di notifica sarebbe l’anno 2010.
Citiamo testualmente: “A decorrere dal 1º gennaio 2008 gli agenti della riscossione non possono svolgere attività finalizzate al recupero di somme, di spettanza comunale, iscritte in ruoli relativi a sanzioni amministrative per violazioni del codice della strada per i quali, alla data dell’acquisizione di cui al comma 7, la cartella di pagamento non era stata notificata entro due anni dalla consegna del ruolo.

La messa a ruolo per le infrazioni stradali scatta se il mancato pagamento non avviene entro il termine di 60 giorni successivi dalla consegna della cartella di pagamento”.
Ricordiamo inoltre che il tempo per notificare le infrazioni commesse, con l’articolo 201 del Codice della Strada, è stato ridotto da 150 a 90 giorni. I giorni diventano 360 nel caso in cui il conducente sia un cittadino residente all’estero.
La Corte Costituzionale ha decretato che il conteggio parte dal giorno stesso in cui l’organo di Polizia ha consegnato il verbale all’ufficio postale più vicino per spedirlo a casa del conducente-contravventore. La data di spedizione dev’essere indicata nel verbale, e solitamente infatti viene riportata la frase “Si attesta che il presente verbale è stato spedito in data ___/___/___“.
In questo caso, l’organo di Polizia non può essere ritenuto responsabile di eventuali ritardi attribuibili al Servizio Postale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*