Quanto guadagna un carabiniere COMMENTA  

Quanto guadagna un carabiniere COMMENTA  

Un carabiniere può arrivare a guadagnare sino a 2000 euro al mese, a seconda della sua categoria e del percorso di studi intrapreso.

Diventare carabiniere è il sogno di molti bambini, affascinati dalle sirene, dalle divise blu e rosse e, magari, dall’aria solenne di molti uomini in divisa. Ma cosa vuol dire davvero acquisire il titolo di carabiniere e, soprattutto, è un lavoro che vale lo stipendio acquisito?

Un agente allievo di polizia inizia con 750-800 euro.


Il Carabiniere, primo grado nella rigida gerarchia delle Forze dell’Ordine, percepisce 1300-1400 euro mensili a cui possono essere aggiunti compensi extra per straordinari, turni di notte o lavori particolarmente rischiosi per la vita del carabiniere stesso e arrivare a 1500-1600 euro. È possibile incrementare la propria paga con un’indennità di 26 euro al giorno per servizi di ordine pubblico.


Stipendio delle categorie

Lo stipendio del carabiniere scelto è di poco superiore a quello del carabiniere semplice e delle due cariche superiori, l’appuntato e l’appuntato semplice – sempre sui 1300-1400 euro mensili.


Per uno stipendio superiore è necessario acquisire la carica di vice Brigadiere, Brigadiere o Brigadiere capo (che si ottiene soltanto dopo 8 anni di servizio come brigadiere). In questi casi, la retribuzione mensile ammonta a 1600 euro scarsi al mese – sempre senza extra.

L'articolo prosegue subito dopo


Un Maresciallo (considerando le varie sfaccettature che può acquisire questa carica) può arrivare a percepire 1800 euro mensili, stipendio di poco inferiore a quello percepito dalle cariche superiori di Sottotenente, Tenente e Capitano.

Il massimo grado di Tenente Colonnello percepisce circa 2000 euro al mese.

Percorso per diventare carabiniere

Apparentemente potrebbe sembrare uno stipendio allettante ma si ricordi che queste figure devono coprire turni di 24 ore, ogni giorno, festività comprese, e non hanno mai la garanzia di finire il loro lavoro all’orario prestabilito – le emergenze, ovviamente, non sono calcolate. Le modalità con cui sono coperti i turni variano a seconda della città – in media, turni di sei ore al giorno che vengono stabiliti settimanalmente o mensilmente.

L’aspirazione a diventare carabiniere, quindi, non è sempre compatibile con un alto stipendio. È necessario avere una grande forza di volontà e una forte predisposizione al sacrificio – senza aspettarsi, ovviamente, alti stipendi da subito. Sono richiesti una fedina penale immacolata e almeno un anno di volontariato presso l’esercito italiano, quindi si deve superare un rigido test psico-attitudinale, seguire un corso di sei mesi per allievi carabinieri, che prevede lo studio di diverse materie strettamente legate al lavoro nelle forze dell’ordine come diritto, tecnica della circolazione stradale e tecnica di polizia giudiziaria. Alla fine del corso, se si superano gli esami, si acquisisce la carica di carabiniere semplice e iniziare, finalmente, a percepire uno stipendio.

Per conseguire le cariche superiori, invece, oltre agli anni di servizio è necessario superare un quiz di cultura generale, quindi sostenere un tema scritto, una prova fisica e – in alcuni casi – una prova di informatica e una di lingua straniera. Superata la preselezione, si deve intraprendere, a Modena, un corso di due anni per allievi ufficiali. Alla fine del corso sono previsti altri esami e, solo dopo aver passato anche questi, si ottiene il titolo di sottotenente, il grado (e lo stipendio) più basso tra gli ufficiali.

Quindi studio, sudore e bassi stipendi – cosa c’è di più lontano dallo stereotipo del carabiniere delle barzellette?

 

 

Leggi anche

1 Commento su Quanto guadagna un carabiniere

  1. I appreciate that from lotus ,and Iam happy to be in service for my countries but from sport to military lol Yeah it’s serious situation I hop to be in service

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*