Quanto sono aumentate le tasse in Italia

Guide

Quanto sono aumentate le tasse in Italia

Negli ultimi venti anni le imposte riconducibili alle amministrazioni locali sono aumentate da 18 a 108 miliardi di euro, “con un eccezionale incremento, superiore al 500%”. È quanto emerge da uno studio della Confcommercio in collaborazione con il Cer che analizza le dinamiche legate al federalismo fiscale a partire dal 1992. Il tutto, spiegano i commercianti, a fronte di una spesa corrente che, sempre dal 1992, è cresciuta del 53%. Nel dettaglio, la spesa di Regioni, Province e Comuni ha registrato un’impennata del 126% mentre quella degli enti previdenziali del 127%.
La differenza di pressione fiscale fra il territorio dove minore è l’incidenza delle aliquote locali (Valle d’Aosta e provincia di Bolzano) e quelli dove è maggiore (Campania e Molise) è molto rilevante passando dal 3,74 al 6,03%.
Altrettanto forte è la differenziazione delle singole regioni in base al rilievo assunto dalla tassazione locale per imprese e famiglie (dal 2,83% in Molise, Campania e Campania all’1,10% di Bolzano). Rapportando poi il gettito effettivo derivante dall’Irap e dalle addizionali locali sull’Irpef (senza considerare quindi l’Imu) al valore aggiunto regionale, emerge come Campania e Lazio abbiano una pressione fiscale locale circa doppia rispetto a Trentino e Val d’Aosta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...