Quasi la metà degli italiani rinuncia alle cure

Economia

Quasi la metà degli italiani rinuncia alle cure

Sanità (Fonte: mirellaliuzzi.it)

E’ quasi la metà degli italiani, il 41,7%, a prendere la decisione di rinunciare alle cure mediche. Il motivo di questa drastica scelta è a causa delle lunghe liste di attesa presso gli enti pubblici, mentre nel settore privato i costi sono troppo alti. Queste le cause che portano i cittadini malati a rinunciare a delle cure, sperando così nella buona sorte.

Un aiuto, però, viene dagli stessi medici privati, i quali spesso propongono ai pazienti una riduzione della parcella se questi sono disposti a pagare “in nero”, ovvero senza fattura e quindi senza aggiungere l’IVA. Un risparmio per il paziente e una somma di denaro da non dichiarare per il medico, che intasca il compenso senza lasciare una traccia, se non un’intesa orale con il proprio “cliente”. Questi sarebbe il 32% degli italiani malati.

A farne le spese sono soprattutto quelle persone non autosufficienti, che si ritrovano a pagare di tasca propria quasi tutte le cure, per un costo totale di dieci miliardi. Di questo passo, gran parte degli italiani sarebbe intenzionato a stipulare un’assicurazione, in modo da non correre pericoli e ritrovarsi senza soldi per continuare a vivere degnamente.

Pina Onotri, dal sindacato dei medici, ha denunciato questi tagli che rischiano di distruggere il sistema sanitario nazionale, ricordando che anche quest’anno c’è stato una diminuzione del finanziamento statale di quasi tre miliardi di euro.

Un altro punto che scotta è l’introduzione del ticket, il quale ha dei costi troppo alti e induce le famiglie a rimandare le visite mediche, disincentivate anche dalla lista delle attese chilometriche.

2 Trackback & Pingback

  1. Quasi la metà degli italiani rinuncia alle cure | Braincell
  2. Quasi la metà degli italiani rinuncia alle cure | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche