Quattro città abbandonate del Far West COMMENTA  

Quattro città abbandonate del Far West COMMENTA  

Chissà se anche in America hanno spettri e fantasmi.

Nel vecchio West, tra pistoleri e prostitute, le città venivano costruite e abbandonate per la corsa all’oro. E sono in piedi ancora oggi.

Avete mai visto un film di Sergio Leone? Se la risposta è no, andate subito a vedervi un film di Sergio Leone e poi tornate qui. Lo sapevate che, in America, quelle città polverose nel deserto sede di cowboy e prostitute e saloon e sceriffi esistono ancora? Oggi facciamo un salto oltreoceano per andare a visitare le migliori città abbandonate ancora esistenti del vecchio west.


Bodie (California)

ghost town

La città di Bodie, che nel suo momento di massimo splendore arrivava fino a 10.000 abitanti, apre il nostro report a causa di un semplice motivo: è la ghost town originale, la città che ha dato origine al mito. Nata durante la corsa all’oro, la città aveva una fiorente miniera che le dava vita ed energia. Ma con il passare del tempo, tra alcool, prostitute, criminali e lo sfacelo dei 67 saloon che la riempivano, venne progressivamente abbandonata. Oggi si può visitare, se siete appassionati del vecchio West.


Calico (California)

ghost town

Un’altra città mineraria della California, Calico si trova a metà tra Los Angeles e Las Vegas. Condannata al declino quando vennero scoperti giacimenti più ricchi nella vicina Death Valley, la città è oggi un centro turistico importante, anche se secondo alcuni la turisticizzazione esagerata ne ha fatto un po’ perdere il fascino, rendendola più simile a una Disneyland del vecchio West. Ristrutturata e riadattata, è spesso teatro di rievocazioni d’epoca.

Oatman (Arizona)

oatman_hotel

Oatman è diversa, però: la città resiste ancora, con un nucleo di un centinaio di abitanti che a testa bassa fanno del loro meglio per evitare che diventi completamente abbandonata. Situata in mezzo alle Black Mountains, che svettano sul deserto del Mojave, la città è anche popolata da un nutrito branco di burros, piccoli asinelli che vagano per le strade abbandonate per chiedere un po’ di cibo ai turisti che la esplorano.


Bannack (Montana)

città abbandonate

E concludiamo con il luogo in cui la corsa all’oro ha avuto la sua linea di partenza. La città ebbe un ruolo glorioso, arrivando a essere nominata capitale dello stato del Montana; ma purtroppo, quando si lega la sorte di un posto alle risorse naturali, non restano molte speranze nel momento in cui queste si esauriscono. Una volta svuotata la miniera di tutto l’oro trasportabile, la città subì un lento stillicidio, fino alla morte dell’ultimo abitante nel 1970.

L'articolo prosegue subito dopo


1 / 5
1 / 5
Il vecchio hotel di Bannack.
L'hotel di Oatman, e un asino che aspetta che qualcuno gli dia un bocconcino.
Il saloon principale della città.
La miniera di Bodie, oggi abbandonata.
Chissà se anche in America hanno spettri e fantasmi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*