Quattro motivi per fare un piercing lingua COMMENTA  

Quattro motivi per fare un piercing lingua COMMENTA  

Dopo quello al naso e all’ombelico, il piercing alla lingua è diventato molto famoso tra i giovani. Ecco quattro motivi per fare il piercing, con qualche consiglio.

Il piercing è una delle cause delle liti tra i genitori ed i figli. Questa pratica, risale ai Maya ed agli Aztechi ed era considerata un rituale. Pare che vi fossero anche dei preti che per infliggersi dolore, praticavano dei buchi sulla lingua facendo poi passare all’interno una corda.


Prima di tutto, se volete farvi un piercing, è necessario rivolgervi ad un professionista qualificato che utilizzerà gli strumenti necessari e soprattutto disinfettati; inoltre saprà con esattezza se potete fare o meno il piercing per evitare allergie. La nostra lingua è ricca di vene, quindi è fondamentale che il piercer, effettui l’operazione in un punto sicuro per evitare emorragie.


Non si può dire con esattezza se fare il piercing alla lingua può causare o meno dolore; dipende da persona a persona ma pare che sia uno dei meno dolorosi (si dice che la sensazione è quella di mordersi la lingua).
Il costo per fare il piercing alla lingua varia dai 60 ai 100€ (utilizzate un gioiello di argento per evitare infezioni o allergie al nichel).

Ma da cosa nasce la voglia di farsi un piercing?

Per alcuni può essere un vanto l’idea di avere un gioiello in una parte del proprio corpo da poter sfoggiare e per farsi notare.


Anche se va detto che gli amanti del piercing sono più che altro i teenagers che si trovano spesso in conflitto con i genitori, i quali non vedono di buon occhio questa pratica. Sono molti gli adolescenti che infatti si fanno un piercing di nascosto, stessa cosa vale per i tatuaggi.

L'articolo prosegue subito dopo


Un altro motivo potrebbe essere il fatto che si vuole stare al passo con la moda.

Infine, il piercing, come il tatuaggio mostra una personalità forte, che va “oltre le regole” e che vuole difendere la propria libertà.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*