Raccolta segnalazioni per variante parziale al P.R.G. del Comune di Cuneo

Attualità

Raccolta segnalazioni per variante parziale al P.R.G. del Comune di Cuneo

cuneo-piazza-galimbertiL’Amministrazione comunale intende avviare le procedure per la formazione di una variante parziale al P.R.G. del Comune di Cuneo (ai sensi della Legge Urbanistica della Regione Piemonte n°56/77 e successive modificazioni ed integrazioni – art. 17 commi 5,6,7,8,9).
Chiunque sia interessato a formulare proposte, richieste o segnalazioni, può presentare una nota scritta direttamente all’ufficio Protocollo del Comune di Cuneo (presso il Palazzo Comunale, ingresso da Piazzetta Audiffredi) entro il 15/01/2014.
Tale nota dovrà essere corredata da estratti del P.R.G. e dalla planimetria catastale con individuazione dell’area in oggetto ed eventualmente dalla documentazione tecnica e fotografica di riferimento.

Per completezza di informazioni, vengono di seguito richiamate le condizioni che la legge impone per l’approvazione di una variante parziale al P.R.G.:

“Sono varianti parziali al P.R.G. le modifiche che soddisfano tutte le seguenti condizioni:
– Non modificare l’impianto strutturale del P.R.G.

vigente;
– Non modificare la funzionalità di infrastrutture di rilevanza sovra comunale;
– Non ridurre la quantità globale di aree per servizi per più di 0,5 mq per abitante;
– Non aumentare la quantità globale di aree per servizi per più di 0,5 mq per abitante;
– Non incrementare la capacità insediativa residenziale del P.R.G.;
– Non incrementare la superficie territoriale o gli indici di edificabilità relativi ad attività produttive, direzionale, commerciali, turistico-ricettive in misura superiore al 2%;
– Non incidere su aree caratterizzate da dissesto attivo e non modificare le classi di idoneità geologica;
– Non modificare gli ambiti degli insediamenti storici e dei beni culturali e paesaggistici, e le norme di tutela e di salvaguardia ad essi afferenti.”

Pertanto, potranno essere prese in considerazione solamente le istanze riguardanti correzioni, precisazioni ed aggiustamenti delle tavole del Piano Regolatore e delle Norme di Attuazione, finalizzate alla migliore realizzazione degli obiettivi e delle ipotesi progettuali del P.R.G.

vigente, qualora rientranti nelle condizioni di ammissibilità proprie di una variante parziale. Saranno anche valutate le richieste relative ad eventuali stralci di aree attualmente inserite nel sistema insediativo consolidato o di trasformazione.

Segnaliamo infine che tali istanze non presuppongono un impegno di riscontro formale né un vincolo di dovuta accettazione da parte dell’Amministrazione Comunale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche