Raccomandati, al nord sono più che al sud

Cronaca

Raccomandati, al nord sono più che al sud

Secondo l’Eurispes, la raccomandazione sarebbe più diffusa al nord che al sud. Dal 25° rapporto Italia emerge che la raccomandazione è ancora tra i primi ‘strumenti’ per ottenere un posto di lavoro. Un quinto delle 1500 persone intervistate ovvero il 21,2%, ha ammesso che per uscire dal tunnel della disoccupazione ha fatto ricorso alle ‘conoscenze’. Altro dato rilevante è il fatto che il 25,5% delle persone che hanno fatto ricorso alla raccomandazione sono cittadini del nord-ovest mentre il 20,8% del nord-est. Una percentuale molto più alta dei raccomandati del sud, ‘solo’ il 17,2% al Sud e delle isole, pari al 12,1%. Le persone che fanno ricorso alle conoscenze hanno generalmente come titolo di studio la licenza media o al limite il diploma di maturità. Per i laureati rimane più alta a candidiatura spontanea. Tra gli altri dati interessanti c’è anche l’insoddisfazione per lo stipendio: il 53% degli intervistati ha sottolineato che la retribuzione non è sufficiente per coprire tutte le spese per la propria famiglia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche