Ragazza violentata: l’abbiamo pagata 15 euro

News

Ragazza violentata: l’abbiamo pagata 15 euro

Una ragazza di origine italiana è stata violentata da tre ragazzi di origine pakistana, che poi le hanno anche dato 15 Euro.

Tre pakistani di età compresa tra i 23 e i 26 anni, richiedenti asilo, sono stati da poco arrestati e condotti nel carcere di Brescia, il Canton Mombello con l’accusa di stupro.

La denuncia è stata fatta dalla stessa ragazza di origine italiana che si è recata alla polizia dove ha raccontato di essere stata violentata e li ha riconosciuti grazie alle foto segnaletiche fornitele dalla Polizia.

I Carabinieri stanno ancora indagando sul fatto in quanto non è molto chiaro cosa sia successo e sembrerebbero mancare dei dettagli. Teatro della violenza Chiari, in provincia di Brescia, già scenario di un episodio simile avvenuto pochi giorni fa ai danni di una donna di 87 anni da parte di un rumeno.

Pare che la ragazza sia stata fermata intorno alle 23 di lunedì sera e che i tre pakistani l’abbiano presa e portata nel parco per stuprarla. Una vicenda che ha scosso il paese di Chiari che conta 19 mila persone e in cui tutti si conoscono.

Il sindaco della città si dice dispiaciuto da quanto è successo, vuole conoscere e capire l’accaduto e cercare di dare, se possibile, una spiegazione anche dal punto di vista politico, cercando di fermare questi atti e crimini.

Il sindaco afferma che la pena come il carcere serve a poco e che sarebbe bene cacciarli dando loro il foglio di via, estromettendoli dall’Italia e facendo loro scontare la pena in Pakistan. Inoltre, il governo dovrebbe farsi carico di questi avvenimenti e attuare delle misure per proteggere la popolazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche