Ragazzo di 24 anni accusato di stupro sottoposto a torture in Messico

Cronaca

Ragazzo di 24 anni accusato di stupro sottoposto a torture in Messico

Drammatica vicenda in Messico: ragazzo di 24 anni accusato di stupro viene sequestrato, torturato, castrato e ucciso, dopo essere stato crocifisso su un cartello stradale.

Una vicenda che fa raggelare il sangue quella accaduta in questi giorni in Messico: una banda di narcotrafficanti, tristemente famosa alle autorità, avrebbe sequestrato un ragazzo di 24 anni accusato da alcuni membri della famiglia di aver stuprato una giovane donna. Non è stato neanche confermato che questo ragazzo fosse il vero responsabile dello stupro, ma la famiglia non ci ha pensato due volte e lo ha sequestrato, castrato, torturato e ucciso, dopo averlo letteralmente crocifisso ad un grosso cartello stradale nei pressi della località di Contepec, al limitre fra lo stato di Michiocan ed il distretto federale messicano.

L’uomo era E.M. Cruz ed era ricercato dalla polizia per un presunto stupro. Affianco al cartello stradale è stata trovata la seguente scritta: “Questo è successo perché sono uno stupratore e la stessa cosa succederà a tutti i pettegoli, delatori e traditori. Sappiatelo, questo non è un gioco”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...