Ragioni per l’epistassi nei bambini

Wellness

Ragioni per l’epistassi nei bambini

Se vostro figlio ha sangue dal naso, può essere spaventoso per entrambi. Vi chiederete cosa ha causato l’emorragia, ma il più delle volte, il sangue dal naso non è un segno di un grave problema.


Cause tipiche
Il gonfiore e l’irritazione di un attacco di raffreddore o allergie e bassa umidità possono causare una epistassi. Se il bambino cade, subisce un colpo al naso, colpi troppo duri o mette le dita nel naso, si può avere sangue dal naso.

Le cause più rare
L’esposizione ai fumi tossici possono causare sangue dal naso. Alcuni farmaci, come l’aspirina, possono causare anomalie della coagulazione del sangue e, quindi, sangue dal naso. Un bambino che fa trattamenti di ossigeno è più probabile ad avere un sangue dal naso.

Epistassi cronica
Se il bambino ha spesso sangue dal naso, rivolgersi al pediatra. L’epistassi cronica può essere il risultato di bassa umidità o di un clima secco, ma può anche essere il segno di condizioni più gravi, come l’emofilia o polipi.

Trattamento
L’inclinazione della testa del bambino in avanti, non indietro.

Chiedetegli di soffiare dolcemente in un fazzoletto se può. Pizzicare la parte molle del naso per 10 minuti senza rilasciare la pressione. Controllare dopo 10 minuti. Se è ancora sanguinante, pizzicare la parte morbida di nuovo per altri 10 minuti. Se è ancora sanguinante dopo questo secondo intervallo di 10 minuti, portarlo dal pediatra o al pronto soccorso.

Quando chiamare il medico
Vai al pronto soccorso immediatamente se il bambino diventa pallido, sudato o non risponde, pur avendo sangue dal naso. Se sanguina una quantità eccessiva, ha la tosse o vomita sangue o qualcosa di marrone che assomigliano a chicchi di caffè, o ha molto sangue dal naso, è necessario chiamare il pediatra.

Avvertimento
Inclinando indietro la testa del bambino durante il sangue dal naso potrebbe indurlo a ingoiare il sangue. Ciò può causare, quindi, a vomitare una miscela del suo contenuto dello stomaco e del sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche