Räikkönen e Vettel scendono in pista per il primo giro con la nuova Ferrari

Motori

Räikkönen e Vettel scendono in pista per il primo giro con la nuova Ferrari

Raikkonen e Vettel scendono in pista per il primo giro con la nuova Ferrari
Raikkonen e Vettel scendono in pista per il primo giro con la nuova Ferrari

Kimi Räikkönen ha girato in mattinata a Fiorano e ha poi ceduto il volante nel pomeriggio al compagno di squadra Sebastian Vettel.

Il primo pilota a saggiare per primo le qualità della nuovissima Ferrari SF70H, e di portarla in pista per un giro di prova, è stato Kimi Räikkönen. Subito dopo, ha poi rilasciato qualche commento in merito alle sensazioni provate nei 50 km del suo filming day. Il finlandese è rimasto soprattutto colpito dalle forme della nuova vettura.

“È stato breve, ma bello – ha dichiarato Kimi appena sceso della monoposto – Ovviamente si tratta solo il primo assaggio. Di certo, non ci azzardiamo ad andare al massimo, nei primi giri. Si tratta della prima presa di contatto, ma ne faremo altre, anche se il vero lavoro inizierà poi a Barcellona, nei test”. E per quanto riguarda i dettagli tecnici, Räikkönen ha aggiunto: “L’abitacolo è simile a quello dello scorso anno. I cambiamenti che ci sono stati non fanno molto la differenza.

Mi piace il suo aspetto. Le novità regolamentari hanno conferito un’estetica diversa. La squadra ha fatto un lavoro fantastico”.

Sebastián Vettel, invece, è sceso in pista nel pomeriggio. Il tedesco, però, non ha avuto molta fortuna con il meteo. Dopo le prove effettuate da Kimi Räikkönen, al mattino, è iniziata a scendere la pioggia. Ma nonostante ciò, Vettel è comunque riuscito a completare i suoi giri senza problema, effettuando il suo run con gomme da bagnato estremo. “Questa monoposto è assolutamente un passo avanti rispetto al passato – ha commentato Vettel – Innanzitutto, ha forme più grandi ed è molto divertente da guidare. Vista da fuori, dà l’idea di una vettura potente. La prima impressione, quindi, è stata buona. In Australia, gareggeremo in condizioni diametralmente opposte rispetto ad oggi. Ma la vera cosa positiva è che non ci sono stati problemi. È stato un bell’inizio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche