Rally low cost su una Fiat 127 dall’Inghilterra alla Mongolia, impresa riuscita COMMENTA  

Rally low cost su una Fiat 127 dall’Inghilterra alla Mongolia, impresa riuscita COMMENTA  

Tante volte la voglia di viaggiare è tanta, così come quella di fare imprese straordinarie, ma a volte i fondi a disposizione sono molto pochi.

E’ il caso del Mongol Rally, una corsa non competitiva realizzata da tempo a scopo benefico che si corre sulla tratta Londra-Ulanbaatar, ovvero tra Inghilterra e Mongolia, rigorosamente a bordo di autovetture con cilindrata inferiore ai 1200 cc, che sia vecchia, molto vecchia o recente, ma quasi tutti preferisco auto datate, è anche in questo il fascino di questa corsa di Rally.

Mercoledì 10 Giugno entreranno a far parte della collezione del museo dell’Automobile di Torino, due auto molto particolari, una Fiat 127 da 900 di cilindrata del 1979, ed una Renault 4 TL 965 del 1986, due team che hanno partecipato lo scorso anno a bordo di auto poco potenti per arrivare da Londra alla Mongolia.

La prima automobile, guidata da Stefano Conz, Tommaso Piazza e Giovanni Testa, ha percorso 17.500 chilometri, molti dei quali su strade sterrate o desertiche, mentre la seconda, guidata da Guido Lageard, Alberto Pellegrino e Angelo Rollino, ne ha fatti oltre 15,000 in appena quaranta giorno, con lunghissimi tratti disabitati e con strada sterrata.

Il progetto rally di beneficenza, mentre la mostra delle auto sarà incluso nel prezzo del biglietto in questione. Lo scopo dell’iniziativa non è solo quello di trovare fondi per associazioni benefiche, ma dimostrare a tutti che chi vuole fare una cosa e spesso non ha i mezzi giusti, può riuscirci ugualmente. 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*